REGENI/ MATTARELLA: IMPEGNO COMUNE PER GIUNGERE ALLA VERITÀ

immagine d'archivio - Quirinale

ROMA\ nflash\ - “Sono trascorsi cinque anni dal rapimento a Il Cairo di Giulio Regeni, poi torturato e barbaramente ucciso dai suoi spietati aguzzini. Un giovane italiano, impegnato nel completare il percorso di studi, ha visto crudelmente strappati i propri progetti di vita con una tale ferocia da infliggere una ferita assai profonda nell’animo di tutti gli italiani”. A ricordarlo oggi anche il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che oggi “rinnova sentimenti di vicinanza e solidarietà ai genitori di Giulio Regeni” che “nel dolore più straziante sono stati capaci in questi anni di riversare ogni energia per ottenere la verità, per chiedere che vengano ricostruite le responsabilità e affermare così quel principio di giustizia che costituisce principio fondamentale di ogni convivenza umana e diritto inalienabile di ogni persona”. (nflash)

Newsletter
Archivi