URGENTE TROVARE ALTERNATIVE AGLI SBARCHI IN LIBIA: L’APPELLO DELL'OIM

GINEVRA\ nflash\ - “La Libia non può aspettare - afferma Federico Soda, Capo Missione per l’OIM in Libia -. È il momento di mettere in atto azioni concrete per assicurarsi che le persone soccorse in mare siano fatte sbarcare in porti sicuri e che il sistema di detenzione arbitrario venga terminato”. Questo il fulcro dell’appello che l’Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (OIM) ha lanciato ieri alla comunità internazionale, compresa l’Unione Europea. Trovare alternative ai meccanismi di sbarco sicuri per i migranti soccorsi in mare che sono in fuga dalla Libia, dove, circa 200 migranti sono stati riportati a Tripoli poche ore dopo che il porto della capitale libica venisse bombardato. (nflash) 

Newsletter
Archivi