XXIV Relazione annuale sulle persone scomparse: si riduce la forbice tra scomparse e ritrovamenti

ROMA\ nflash\ - È disponibile on line la XXIV Relazione annuale sulle persone scomparse, a cura dell'ufficio del commissario straordinario Silvana Riccio. I dati, forniti dal Centro elaborazione interforze della direzione centrale della Polizia criminale del dipartimento della Pubblica sicurezza, evidenziano il fenomeno sia complessivamente che per segmenti di età, genere, nazionalità, mostrando una realtà molto complessa. Dal 1° gennaio 2007 (anno di istituzione dell’Ufficio del Commissario straordinario del Governo per le persone scomparse) al 31 dicembre 2020 le denunce di scomparsa registrate delle Forze di polizia sono 188.966 (51,15% stranieri), con 49.899 scomparsi ancora da ritrovare. In particolare, 108.083 sono le denunce che riguardano i minori (66,04% maschi). Nel 2020 su 13.527 denunce di scomparsa, 7.672 (56,72%) sono riferite a minorenni, di cui 5.511 (71,83%) di nazionalità straniera. Complessivamente le denunce risultano in calo dell'11% rispetto al 2019 (15.205).(nflash)