Elezioni Comites: Garavini (Iv) interroga Di Maio

ROMA\ aise\ - Una campagna di comunicazione che prepari i connazionali alle prossime elezioni dei Comites: è quanto richiede la senatrice di Italia Viva Laura Garavini in una interrogazione al Ministro degli esteri Di Maio.
“I Comites, istituiti fin dal 1985 e riorganizzati con la legge 23 ottobre 2003, n. 286, come organismi di rappresentanza delle comunità italiane all'estero nell'ambito di circoscrizioni consolari aventi almeno 3.000 iscritti all'AIRE, - ricorda Garavini nella premessa – hanno il compito di promuovere lo sviluppo sociale, culturale e civile delle comunità di riferimento e di collaborare con le autorità consolari nel definire il quadro programmatico degli interventi volti ai connazionali e agli italiani di origine; tali organismi svolgono un importante ruolo di raccordo tra la comunità italiana e il consolato, sia nell'ambito della tutela dei diritti dei cittadini italiani che nell'ambito della promozione di attività utili alla vita sociale e culturale della collettività italiana di riferimento”.
“Le ultime elezioni dei Comites si sono svolte nel 2015”, continua la parlamentare eletta in Europa. “La data per le elezioni per il rinnovo dei Comites è fissata da legge n. 286 del 2003, la quale prevede che i Comitati durino in carica per un periodo di 5 anni. Da ciò deriva che le consultazioni per il loro rinnovo sarebbero dovute avvenire entro il 2020; il mandato dei membri dei Comites è quindi scaduto ma la pandemia ha naturalmente portato a un rinvio, rispetto alla data inizialmente fissata all'aprile 2020. La nuova data è stata fissata al 3 dicembre 2021”.
“Anche la disciplina delle elezioni, mutuata dalle disposizioni di cui alla legge 27 dicembre 2001, n. 459, è regolata dalla normativa vigente (in particolare, dalla citata legge n. 286, dal decreto del Presidente della Repubblica 29 dicembre 2003, n. 395, dal decreto-legge 30 maggio 20212, n. 67. Nello specifico, - chiarisce Garavini – il voto per il rinnovo dei Comitati avverrà per corrispondenza e l'avente diritto che intenda votare dovrà esprimere anticipatamente la propria volontà in tal senso presentando un'opzione ("opzione inversa")”.
La senatrice, quindi, chiede a Di Maio “se non ritenga opportuno prevedere una campagna di comunicazione, sia tramite i media tradizionali che tramite la rete sui principali canali social della Farnesina e della rete diplomatico-consolare, per informare i cittadini italiani iscritti all'AIRE sia circa il loro diritto di voto, per eleggere i membri dei Comites quale organismo locale di rappresentanza in sede estera, sia circa le modalità di voto, in considerazione della necessità di esprimere in precedenza la propria volontà di voto, così come previsto dal meccanismo dell'opzione inversa” e “se non ritenga altresì opportuno che questa campagna di informazione sia orientata anche a sensibilizzare le collettività italiane all'estero sulle importanti funzioni svolte dai Comites, con l'obiettivo di stimolare la partecipazione al voto”. (aise)