Garavini (Iv): con la riforma dello strumento militare sosteniamo gli impegni nelle missioni internazionali

ROMA\ aise\ - "Pandemia e nuovi equilibri geopolitici hanno imposto una nuova agenda politica, anche sui temi della difesa, portando a rivedere alcune decisioni già prese, ad esempio la progressiva riduzione del personale delle Forze Armate. Un ridimensionamento che, con la delega conferita al governo, verrà spalmata nel tempo, facendolo slittare al 2033". Così Laura Garavini, senatrice di Italia viva eletta in Europa e Vicepresidente della Commissione Esteri, intervenendo oggi in Aula.
"Le misure adottate – ha continuato la parlamentare – rispondono tra l’altro all’esigenza di ridurre l’età media dei militari, valorizzandone le competenze ed evitando forme di precarietà. Prevedendo nel frattempo assunzioni di personale militare ad alta specializzazione: professionisti nel campo sanitario, logistico, informatico”.
“Tutte professionalità – ha evidenziato – capaci di rispondere ad eventuali esigenze di calamità o di straordinaria necessità, come quelle a cui ci siamo trovati negli ultimi due anni. Il mondo e la società cambiano. È necessario che il nostro personale militare vada di pari passo – ha concluso - dotandosi di esperti nei campi più sensibili". (aise)