Italiani bloccati in Uk: Ungaro (Iv) interroga Di Maio

ROMA\ aise\ - Deputato di Italia Viva eletto in Europa, Massimo Ungaro ha presentato con il collega Migliore una interrogazione al Ministro degli esteri Di Maio sui cittadini italiani bloccati alle frontiere del Regno Unito e trattenuti nei centri di detenzione perché sprovvisti di visto.
“Come riportato dall'articolo della giornalista Cristina Gallardo di Politico.eu del 6 maggio 2021, - si legge nella premessa – il Governo del Regno Unito ha deciso di fermare alla frontiera 30 cittadini europei, tra cui vari cittadini italiani, trattenendoli fino a 7 giorni in centri di detenzione prima di rimpatriarli nei loro Paesi d'origine. I cittadini erano stati probabilmente fermati per aver tentato di entrare nel Regno Unito per lavorare sprovvisti del visto necessario o dello status di residenza previsto dall'Eu Settlement Scheme. A seguito della Brexit i cittadini europei possono entrare nel Regno Unito sprovvisti di visto fino a sei mesi esclusivamente per turismo”.
“La detenzione da parte delle autorità britanniche di cittadini italiani – osservano i due parlamentari – denota una situazione incresciosa e una reazione del tutto sproporzionata. Anche se oggi, per il Regno Unito, sono cittadini di un Paese terzo, sarebbe opportuno accordare ai cittadini europei il tempo necessario e la giusta flessibilità per adeguarsi alle nuove regole, esattamente come l'Unione europea ha fatto con il Regno Unito, concedendo tempi aggiuntivi oltre le scadenze stabilite per concludere gli accordi di recesso”.
A Di Maio, quindi, chiedono “se non intenda, per quanto di competenza, adottare iniziative affinché possa ottenere dal Governo del Regno Unito chiarimenti sulle circostanze dell'accaduto e affinché si assicuri che i cittadini italiani siano adeguatamente informati di tutte le nuove regole in tema di visti e di accesso al Regno Unito con opportune campagne informative”. (aise)