La Marca (Pd): Marcinelle simbolo indimenticabile del sacrificio dei lavoratori italiani

ROMA\ aise\ - “Una giornata importante che ci rimanda simbolicamente al disastro minerario di Marcinelle, la più grande tragedia che ha colpito la nostra migrazione in Europa. Marcinelle, insieme a Scofield (Utah), Monongah (West Virginia), Cherry (Illinois) e Dawson (New Messico), sono i simboli più alti e indimenticabili del sacrificio che i nostri lavoratori hanno affrontato in terra straniera per trovare risposta ad un loro fondamentale diritto: il lavoro”. È quanto dichiarato da Francesca La Marca, deputata del Pd eletta all’estero, ricordato il 66° anniversario della tragedia di Marcinelle, dove morirono 136 italiani.
“Il tema del lavoro e della sua tutela, del resto, è profondamente legato alla storia della nostra emigrazione – ha aggiunto la deputata -. Per questo, in questa giornata, è giusto ricordare anche tutti gli altri nostri emigrati, e sono centinaia di migliaia, che hanno messo in gioco la loro vita per il miglioramento delle loro famiglie e per lo sviluppo dei Paesi nei quali hanno trovato accoglienza”.
“Onorare i nostri lavoratori caduti sul lavoro significa, dunque, dare a quel sacrificio un senso più ampio e profondo – ha evidenziato ancora La Marca -. Il sacrificio dei minatori di Marcinelle indicò la necessità di cambiamenti profondi e rappresentò un impulso per fare passi in avanti nei diritti dei lavoratori, per la costruzione di un welfare europeo, per nuove e più efficaci normative sulla sicurezza e sul lavoro. Oggi, ricordare le storie dei nostri lavoratori e onorarne la memoria, significa non perdere di vista la necessità, più che mai attuale, di dare accoglimento alla piena affermazione dei diritti dei lavoratori più precari e marginalizzati. Diritti che in tutto il mondo devono essere perseguiti con attenzione e sollecitudine dalle istituzioni nazionali e internazionali e da tutte le forze politiche e sociali”, ha concluso. (aise)