Quanti pensionati all’estero hanno usufruito della riduzione dell’Imu? Ungaro (Iv) interroga Franco e Lamorgese

ROMA\ aise\ - Quanti pensionati all’estero hanno usufruito della riduzione dell’Imu? A chiederlo è Massimo Ungaro, deputato di Italia Viva eletto in Europa, in una interrogazione ai ministri dell'economia e dell'interno, Franco e Lamorgese.
Nella premessa, il parlamentare ricorda che “il comma 48 dell'articolo 1 della legge di bilancio 2021, concernente le unità immobiliari possedute da residenti all'estero, prevede che, a partire dall'anno 2021, per un solo immobile a uso abitativo, non locato o dato in comodato d'uso, posseduto in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia residenti in uno Stato di assicurazione, diverso dall'Italia, l'imposta municipale di cui all'articolo 1, da commi 739 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, sia applicata nella misura della metà”.
“Al fine di stabilire una forma di ristoro per i comuni che vedano ridotte le proprie entrate derivanti dall'attuazione della norma in questione, - aggiunge – il comma 49, dell'articolo 1, della legge di bilancio 2021 ha istituito anche un Fondo, con una dotazione di 12 milioni di euro quale parziale forma di ristoro per il minor gettito”.
Il deputato chiede ai due ministri “di quali informazioni disponga il Governo circa l'attuazione della norma, con particolare riferimento al numero delle persone che hanno avuto accesso all'agevolazione, e quali siano le risorse del Fondo eventualmente utilizzate da parte dei comuni interessati”. (aise)