GLI EMILIANO-ROMAGNOLI NEL MONDO PER IL PARMIGIANO REGGIANO

Gli emiliano-romagnoli nel mondo per il Parmigiano Reggiano

BOLOGNA\ aise\ - “In Diretta dal Caseificio”. Questo il titolo dell’iniziativa del Consorzio Parmigiano Reggiano che partirà domani, 26 febbraio, con il primo di sette appuntamenti in diretta Social. Un’iniziativa che vede una delle pagine più belle del Made in Italy protagonista, e, per questo, la Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel Mondo ha pensato di voler coinvolgere anche i corregionali rilanciando la notizia dell'evento sui propri canali e sul sito.
L’iniziativa consiste nell’assistere dal vivo alla nascita di una forma del celebre formaggio emblema del made in Italy nel mondo: dall’arrivo del latte alla cottura della cagliata, dalla salagione fino alla stagionatura per terminare in negozio, con l’apertura della forma.
Nel corso di questi mesi di pandemia il Parmigiano Reggiano non si è mai fermato. Il rigido disciplinare di produzione della DOP impone ai casari di trasformare il latte in formaggio ogni giorno e così, gli oltre cinquantamila lavoratori della filiera hanno continuato a rifornirne gli italiani anche in tempi di Covid. C’è però un’attività che è stato indispensabile sospendere per legge: le visite in caseificio. Ogni anno infatti oltre 168 mila visitatori prenotano una visita in caseificio per assistere alla nascita di una forma di Parmigiano Reggiano.
E così per permettere agli appassionati del Parmigiano Reggiano di scoprire come nasce questo straordinario formaggio è nato il format “In Diretta dal Caseificio”. Le dirette, della durata di circa 20 minuti, consentono agli appassionati di scoprire come nasce il Parmigiano Reggiano ma anche di interagire con il casaro e gli esperti del Consorzio, fare domande e immergersi nell’antica tecnica di produzione, rimasta pressoché invariata da mille anni.
Le dirette vengono annunciate di volta in volta attraverso i canali social del Consorzio e sarà possibile ricevere una notifica per non mancare gli eventi. Ogni episodio sarà poi pubblicato e rimarrà a disposizione di tutti sui social poco dopo la chiusura del collegamento. (aise) 

Newsletter
Archivi