Un "nuovo" turismo in Calabria con la Rete di San Francesco

CATANZARO\ aise\ - Oltre 16 milioni di euro per la costituzione di una rete tra i Comuni di Corigliano Rossano, Paola, Spezzano della Sila e Paterno Calabro, il cui scopo sarà favorire la mobilità sostenibile e incentivare la fruizione del patrimonio culturale e il turismo religioso.
È il progetto integrato “La rete di San Francesco di Paola”, presentato l' 8 febbraio, dall’assessore regionale al Turismo di Regione Calabria, Fausto Orsomarso, nel corso di una conferenza stampa nella Cittadella “Jole Santelli” di Catanzaro.
All’incontro erano presenti il coordinatore regionale del progetto, Ernesto Rapani, i sindaci di Paola, Spezzano della Sila e Paterno Calabro: Roberto Perrotta, Salvatore Monaco e Lucia Papaianna e in rappresentanza del Comune di Corigliano-Rossano, l'assessore al turismo Tiziano Caudullo.
Il programma di investimenti, di cui l’amministrazione di Paola è capofila, ha già superato la fase selettiva della manifestazione di interesse promossa dal ministero delle Infrastrutture e trasporti, nell’ambito del programma di azione e coesione (Pac) Infrastrutture e Reti 2014-2020, e punta alla realizzazione di interventi infrastrutturali e di soluzioni Ict, al potenziamento infrastrutturale e all’introduzione di mobilità innovativa col fine di aumentare l’accessibilità ai siti e ai beni culturali da parte di turisti e residenti, considerato che nelle quattro aree interessate dal progetto sono presenti i santuari e i monasteri calabresi di San Francesco di Paola.(aise)