CARLO COSTALLI RICONFERMATO PRESIDENTE DEL MCL

CARLO COSTALLI RICONFERMATO PRESIDENTE DEL MCL

ROMA\ aise\ - “Per quanto in Italia ci sia di più di quello che emerge nella comunicazione pubblica, e per quanto molto venga proprio dalla radice cattolica, c’è da domandarsi se sia già il tempo per serrare le fila o se, invece, non sia il momento di lavorare con più determinazione e innovare i processi dell’economia, della società, dei territori, in modo da maturare i termini di una proposta adeguata ai tempi che viviamo”. Queste le prime parole del Presidente del MCL, Carlo Costalli, che sabato scorso, 23 febbraio, è stato riconfermato all’unanimità dal Consiglio Generale alla guida del Movimento Cristiano dei Lavoratori. Tre i nuovi vicepresidenti eletti che affiancheranno il lavoro di Costalli: Giovanni Gut, Presidente del MCL Lombardia, Carlina Valle, Presidente del MCL di Padova e Rovigo, e Michele Cutolo, Presidente del MCL di Napoli.
Nel suo intervento dopo la rielezione, Costalli ha commentato anche un eventuale ritorno dell’impegno dei cattolici in politica, tema tornato al centro del dibattito italiano: “è di questo che dobbiamo parlare: il pensiero cristiano è capace di dare una progettualità nuova sulla crisi del mondo contemporaneo? Di costruire un consenso, ben al di là dei propri confini identitari? Evitando così il partitino dell’1,5 per cento?”. E ancora: “Il pensiero cristiano è capace di essere voce di quei radicamenti concreti nel mondo del lavoro, dell’impresa, della ricerca, delle professioni e del sociale, da cui trarre anche quella classe dirigente di cui tutti sentono la mancanza? Noi, insieme ad altri, ci stiamo provando”.
Costalli ha quindi ribadito che l’impegno principe per i prossimi quattro anni di mandato sarà quello “di batterci per un lavoro dignitoso per tutti che garantisca la centralità della persona che è, e deve essere, protagonista e fine ultimo della vita sociale, economica e politica”.
Quanto infine al rinnovamento della squadra dirigenziale – con tre vicepresidenti giovani ad affiancarlo, tutti espressione del forte radicamento nel territorio che il MCL ha costruito in anni di attività, Costalli di è detto “certo che questi tre nuovi vicepresidenti, che si sono distinti per l’esperienza maturata sul campo in questi anni, saranno in grado di portare una ventata di novità e di speranza per il futuro del Movimento”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi