Le pensioni all’estero nei dati dell’Osservatorio Inps

ROMA\ aise\ - Oggi l’Inps ha diffuso i dati dell’Osservatorio sulle pensioni vigenti al 1° gennaio 2021 e liquidate nel 2020 che sono in totale 17.799.649, di cui 13.816.971 (il 77,6%) di natura previdenziale e 3.982.678 (il 22,4%) di natura assistenziale.
Tra esse anche 378.479 pensioni erogate a residenti all’estero, pari al 2,13% del totale. Di queste, 175.297 sono versate a uomini e 203.182 a donne.
Gli importi medi mensili delle pensioni i cui titolari risiedono all’estero sono molto bassi; il fenomeno – chiarisce l’Inps – è spiegabile in larga misura dal fatto che molte di queste pensioni sono erogate in regime di convenzione internazionale, cioè i percettori hanno maturato il diritto in diversi Paesi e l’Italia paga solamente la parte di propria competenza.
Per le pensioni di vecchiaia, l’importo medio per un pensionato all’estero è di 401,95 euro, per le pensionate 210,94.
Di invalidità previdenziale all’estero vengono pagati 264,23 euro al mese se uomini, 268,01 se donne.
Ammonta a 203,77 l’indennità superstiti erogata agli uomini, 220,58 quella erogata a donne. (aise)