Botticelli e i maestri del Rinascimento italiano a Varsavia

VARSAVIA\ aise\ - Si inaugura oggi a VarsaviaBotticelli narra una storia. La pittura dei maestri del Rinascimento della collezione dell'Accademia Carrara”, che porterà per la prima volta in Polonia, sino al 18 settembre, nella sede della Galeria Arcydziel presso la Zamek Królewski w Warszawie, alcuni capolavori del Rinascimento italiano.
La mostra darà modo di visionare opere straordinarie del Rinascimento italiano provenienti dalla collezione dell'Accademia Carrara di Bergamo e due nuove acquisizioni della pinacoteca del Castello Reale di Varsavia. I quadri esposti rispecchiano la topografia dell'arte italiana dalla prima metà del Quattrocento alla seconda metà del Cinquecento di cui sono rappresentati i principali poli di riferimento, Venezia, Firenze, Ferrara, Bergamo e Verona e i loro esponenti di maggior spicco, Giovanni Bellini, Cosmè Tura, Sandro Botticelli, Vittore Carpaccio, Lorenzo Lotto, Defendente Ferrari, Giovanni Battista Moroni, Jacopo Bassano e Paolo Veronese.
Al centro dell'evento c'è, comunque, Sandro Botticelli con la sua "Storia di Virginia", dipinto in origine destinato a ornare l'interno di una sede fiorentina della famiglia Vespucci.
Le scene immortalate sul quadro rimandano a una delle storie riportate da Giovanni Boccaccio nel trattato morale De Muliebribus claris, quella di Verginia, ambientata nella Roma repubblicana del V secolo avanti Cristo. L'episodio è trasposto pittoricamente in otto scene consecutive raffiguranti gli stessi personaggi e, con al centro della composizione il momento finale, i tumulti nel Foro,
La mostra è stata realizzata grazie all'iniziativa e al sostegno dell’Ambasciata d'Italia a Varsavia nel quadro delle celebrazioni del centenario della stipula della convenzione commerciale tra l'Italia e della risorta Repubblica di Polonia. (aise)