Torna a ottobre il Festival Italien à Paris

PARIGI\ aise\ - Edizione 2022 per il Festival Italien à Paris che dall’11 al 15 ottobre prossimi proporrà un ricco programma di iniziative promosse dal Municipio del 13° arrondissement, dal Consolato Generale d'Italia a Parigi, dall'Istituto Italiano di Cultura e dalla Maison d'Italie, in collaborazione con il Comune di Parigi, l'Ambasciata d'Italia in Francia e il Comites di Parigi.
Si comincia martedì 11 ottobre, alle ore 15.00, con la conferenza “Desiderio, politica, filosofia in Dante”, che sarà ospitata nella sede dell’Istituto Italiano di Cultura. Promossa dalla Conferenza della Società Dantesca di Francia, la conferenza riunirà importanti personalità studiose di Dante: Andrea Robiglio dell’Università di Lovanio, Paolo Falzone dell’Università la Sapienza di Roma e Laurent Baggioni dell’Università di Parigi III. La conferenza sarà moderata da Bruno Pinchard, presidente della Società Dantesca di Francia. Seguirà, alle 19.00, un concerto del pianista Nicolas Stavy, che chiuderà la serata con musiche di Liszt, Bach e Brahms.
Sempre martedì, alle ore 19.00, la Maison de l’Italie ospiterà la presentazione del libro di Alberto Toscano “Mussolini, un nostro uomo. La Francia e la marcia su Roma” (Armand Colin). L'autore decifra la stampa francese di un secolo fa con gli occhi di un giornalista attuale. Il risultato è sorprendente. Diallogherà con Toscano l'ex ambasciatore e presidente della Società Dante Alighieri di Parigi, Jean Musitelli.
Il cinema L'Entrepôt sarà sede di una serata dedicata a Pier Paolo Pasolini, mercoledì 12 ottobre a partire dalle ore 20.00. “Florilegio Pasoliniano - 1922-2022: Medea” il titolo della serata, che si concentrerà su di un’opera emblematica del “cinema di poesia”, Medea (Italia, 1969), una vera tragedia contemporanea, quella dell'impossibile adattamento del mondo mitico di Medea al mondo moderno. Il modello euripideo offre qui a Pier Paolo Pasolini l'opportunità di mettere in luce la dimensione iconica della sua tragica eroina, Maria Callas, innalzata a figura archetipica dall'alto valore simbolico. La sessione sarà presentata da Paolo Modugno, presidente dell'Associazione Anteprima.
“Meditazioni. Le quattro stagioni del liuto” è il titolo del concerto che si terrà giovedì 13, alle opre 18.30, presso il Consolato Generale d'Italia a Parigi. In scena la musica antica di Simone Vallerotonda, che nel suo recital “Meditazione” esplora l’universo della musica per liuto francese del XVII secolo attraverso quattro suite in quattro chiavi diverse, ciascuna associata a una stagione e a uno dei quattro "moods" (malinconico, sanguigno, flemmatico, arrabbiato). “Meditazione” è anche un omaggio del liutista romano a Pasolini in occasione del centenario della nascita.
Venerdì 14, alle ore 19.00, si torna alla Maison de l'Italie per la proiezione del documentario “Scalfari - un viaggio sentimentale“ di Donata ed Enrica Scalfari e Anna Migotto (Italia, 2021). Diretto da Michele Mally e voluto dalle due figlie del famoso giornalista italiano e fondatore de "La Repubblica" recentemente scomparso, il documenatrio ripercorre la vita dell'intellettuale così come la vita dell'uomo, con uno spaccato intimo delle sue passioni e delle sue lotte.
Chiude il Festival la serata di sabato 15 ottobre che sarà ospitata presso il Municipio del 13° arrondissement, in Place d'Italie. Qui, a partire dalle ore 18::30, si terrà la presentazione del libro “Tutto su Pasolini” (Edizioni Gremese) di Jacqueline Zana-Victor con Jean Gili, storico specializzato in cinema e critico cinematografico italiano, e Jean Marc Méjean, critico e scrittore cinematografico. L’evento si svolge in parallelo con la mostra “Sulle orme di Pasolini” del fotografo Elio Ciol, in programma dal 3 al 15 ottobre. Seguirà, alle 20.30, il concerto del pianista Jean Pierre Como “My little Italy“, che renderà omaggio alle melodie mediterranee e ne evocherà sapientemente le atmosfere. (aise)