FORMAZIONE MEDICO-SPECIALISTICA: L’ALTO ADIGE RINGRAZIA VIENNA

FORMAZIONE MEDICO-SPECIALISTICA: L’ALTO ADIGE RINGRAZIA VIENNA

BOLZANO\ aise\ - Visita in Alto Adige del ministro austriaco della salute Beate Hartinger-Klein che, accompagnata da una delegazione dell'Ordine dei medici tirolese e austriaco, è stata ricevuta a Laimburg dal presidente della Provincia Arno Kompatscher, dall'assessore alla salute Thomas Widmann e dalla ex assessore, Martha Stocker.
Kompatscher ha ringraziato il ministro Hartinger-Klein per il suo sostegno nella lunga e complessa trattativa con Roma e con Vienna. La sua collaborazione ha consentito di far ripartire in provincia di Bolzano la formazione medico-specialistica sulla base del modello austriaco. "Grazie alla volontà di collaborare e alla capacità di avviare confronti costruttivi tra Austria, Italia e Alto Adige - ha detto il presidente della Provincia - siamo riusciti a compiere un passo in avanti importante a garanzia del futuro non solo dei giovani medici che operano sul territorio, ma anche della società altoatesina nel suo complesso".
Per l'assessore alla salute Thomas Widmann, il riavvio della formazione medico-specialistica rappresenta "un presupposto fondamentale per combattare la carenza di personale. Nei nostri ospedali lavorano molti medici di alto profilo, i quali avranno ora la possibilità di trasmettere le proprie conoscenze e la propria esperienza alle nuove generazioni". Chi si è impegnata a fondo per riuscire a raggiungere questo traguardo è stata colei che ha preceduto Thomas Widmann alla guida dell'assessorato alla salute, ovvero Martha Stocker, secondo la quale la possibilità per i giovani medici di assolvere la loro formazione negli ospedali provinciali sulla base del modello austriaco rappresenta "un progetto da prendere come modello a livello europeo". L'iniziativa, suggellata a gennaio 2019 dalla sottoscrizione di una dichiarazione comune da parte di Provincia, Azienda sanitaria e Ordine dei medici di Alto Adige, Tirolo e Austria, ha già visto l'avvio delle procedure di selezione per le prime tre specialità di medicina interna, chirurgia generale e ortopedia/traumatologia presso i reparti ospedalieri e servizi sanitari altoatesini che sono stati accreditati da parte del Ministero della salute. La formazione specialistica viene realizzata in base al modello formativo medico-specialistico austriaco, nell’ambito di un inquadramento giuridico riconosciuto dal Ministero della salute sulla base di una nota verbale tra Austria ed Italia. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi