MISSIONE DI REGIONE LOMBARDIA IN ISRAELE: SALA A TEL AVIV

MISSIONE DI REGIONE LOMBARDIA IN ISRAELE: SALA A TEL AVIV

TEL AVIV\ aise\ - Il vicepresidente di Regione Lombardia e assessore alla Ricerca, Innovazione, Università, Export e Internazionalizzazione delle imprese, Fabrizio Sala, è da oggi a Tel Aviv, prima tappa della missione istituzionale della regione in Israele.
Intervenuto al convegno nell'ambito di MedinIsrael Practicing Tech for human longevity, il vicepresidente Sala ha dichiarato: "con Israele abbiamo stretto da tempo una grande collaborazione sui temi delle cure mediche e del trasferimento tecnologico. Regione Lombardia punta molto sulle Scienze della vita e sul miglioramento della vita dei cittadini lombardi. Per questo motivo uno dei nodi strategici del Programma triennale per la ricerca e per il trasferimento tecnologico riguarda il settore life science. La nostra azione è volta a migliorare la salute dei cittadini sostenendo l'eccellenza scientifica".
"Crediamo fortemente - ha aggiunto Sala - che con l'invecchiamento della popolazione sia fondamentale trovare sistemi di cura alternativi. Diventano cruciali le tecnologie applicate per il trattamento dei pazienti più fragili e deboli. Proprio per questo - ha proseguito - voglio sottolineare l'esempio del Paese Ritrovato di Monza, un villaggio vero e proprio dove i malati di Alzheimer possono condurre una vita normale migliorando anche la qualità della vita dei familiari. Un esempio virtuoso che segna una svolta per la cura dei pazienti che soffrono di queste patologie invalidanti”.
Nel corso di questa prima giornata, Sala è intervenuto anche sul tema della sanità digitale.
"Il nostro obiettivo è digitalizzare il settore sanitario lombardo”, ha detto in proposito il vicepresidente della regione. “Israele è un paese tecnologicamente avanzato e possiamo prendere spunto da questa nostra missione per avviare, pianificare progetti condivisi per migliorare ancora di più il già nostro eccellente sistema sanitario".
Digitalizzare, ha aggiunto Sala, che ha in programma incontri con le più importanti realtà di ricerca sanitaria e medica di Tel Aviv come il Maccabi Healthy Services e Genesis International Services, “significa non solo risparmio di denaro, ma anche soddisfare le esigenze in continua evoluzione in un mondo con un costante invecchiamento della popolazione".
"Lombardia e Israele - ha concluso - hanno più o meno lo stesso numero di abitanti e vogliamo realizzare, come è già prassi in Israele, un unico big data per archiviare tutti i dati sanitari del cittadini lombardi". (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi