Corriere italiano/ Alla scoperta del patrimonio religioso italiano di Montréal

MONTRÉAL\ aise\ - “Il Musée des Hospitalières, che quest’anno festeggia il suo 30° anniversario, invita i montrealesi a scoprire, durante l’ItalfestMTL, il ricco patrimonio religioso della città prodotto da artisti d’origine italiana di grande talento: affreschi, grandi decorazioni pittoriche, vetrate, sculture, arredi liturgici e organo”. A rilanciare la notizia è Fabrizio Intravaia sul “Corriere italiano” che dirige a Montreal.
“Un primo circuito commentato in autobus, in programma il 14 agosto, metterà in luce le chiese di Saint-Viateur a Outremont, tra i primi lavori montrealesi dell’artista-decoratore Guido Nincheri (1885-1973), e la chiesa di St. Leon a Westmount, anch’essa decorata da Nincheri, designata come sito storico nazionale dal governo federale nel 1999.
Un secondo percorso, il 21 agosto, introdurrà a Montréal un altro capolavoro di Nincheri, la chiesa di Notre-Dame-de-la-Défense (Madonna della Difesa), anch’essa designata sito storico nazionale. Questa chiesa è associata alla più antica comunità italiana in Canada.
Nincheri elaborò i progetti intorno al 1917-1918 ed eseguì gli affreschi negli anni ’20 e ’30 del 1900. Ma questa opera lo mise “nei guai” nel 1940 quando fu fatto prigioniero politico così come altri 500 membri della comunità italiana. Volendo rappresentare i “Patti Lateranensi” del 1929, che concedevano al Papa la sovranità dello Stato Vaticano attraverso Benito Mussolini, Nincheri dipinse nel 1933 il Duce a cavallo non lontano da Papa Pio XI e dalla sua corte.
Sua moglie Giulia riuscirà a farlo liberare tre mesi dopo, non senza che il marito avesse prima disegnato il ritratto di Camillien Houde, allora sindaco di Montréal, anch’egli imprigionato nel campo di Petawawa. Questo secondo percorso sarà completato dalla visita alla chiesa di Notre-Dame-du-Rosaire e alle sue eccezionali vetrate, sempre opera di Nincheri, nel quartiere di Villeray.
Concerto d’organo
Questa scoperta del patrimonio religioso italiano di Montreal inizierà con un recital d’organo il 7 agosto, alle 15, presso la chiesa di Notre-Dame-de-la-Consolata, 1700, rue Jean-Talon Est (stazione della metropolitana Fabre). Installato nel 1966, questo straordinario strumento ha 3.636 canne e 45 registri.
Fu realizzato dall’organaro italiano Giovanni Tamburini, della città di Crema, in Lombardia, ed è noto per aver realizzato i grandi organi di San Pietro a Roma. Nel 2008 la ditta Lévesque-Roussin ha effettuato un’importante pulizia e un completo restauro dello strumento. L’armonia è stata completamente rivista, mantenendo però le caratteristiche dell’organo italiano. In occasione del recital del 7 agosto, il programma eseguito da François Zeitouni sarà composto da diversi brani di compositori italiani, come Andrea Gabrieli (XVI secolo) e Domenico Zipoli (fine XVII secolo, inizio XVIII secolo).
Il pubblico potrà anche ascoltare tutta la potenza di questo strumento con il finale della 2a sinfonia per organo OP. 13, n. 2 del compositore francese Charles-Marie Widor (1844-1937).
È meglio prenotare in anticipo per le visite guidate chiamando il Museo al 514 849-2919 o inviando un’e-mail a reservations@museedeshospitalieres.qc.ca .
Per il recital d’organo è possibile prenotare telefonicamente o acquistare il biglietto in loco il giorno dell’evento.
Il Museo degli Ospedalieri è aperto dal martedì alla domenica dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 13:00 alle 17:00. Si trova in 201, avenue des Pins Ouest, a Montreal.
Queste attività fanno parte del programma Scopri il patrimonio religioso svolto con il sostegno finanziario di Repos Saint-François-d’Assise, Ital Fest Mtl, il governo del Quebec e la città di Montreal”.(aise)