DONNE DI MAFIA: IL MINI-FESTIVAL DI CINEMAITALIAUK IN OCCASIONE DELL’8 MARZO - DI VALENTINA COLÒ

Donne di Mafia: il mini-festival di CinemaItaliaUK in occasione dell’8 marzo - di Valentina Colò

LONDRA\ aise\ - ““Quando la mafia è nei guai, chiama a raccolta le sue donne,” sosteneva il procuratore Antonio Laudati. Il ruolo della donna nelle organizzazioni mafiose italiane è da sempre caratterizzato da una certa ambiguità. Se da un lato, infatti, la donna è spesso rappresentata in qualità di vittima di una struttura patriarcale e paternalistica, dall’altro, partecipa ed è complice. Mogli, madri e sorelle assumono talvolta un ruolo marginale, quale l’educazione dei figli ai disvalori della cultura mafiosa od il mantenimento dell’ideologia della vendetta e dell’onore. Ma altre volte sono proprio loro a “fare il lavoro sporco”, nella riscossione del pizzo, la gestione delle comunicazioni, l’infiltrazione nell’amministrazione pubblica”. A scriverne è stata Valentina Colò, in questo pezzo pubblicato su “Londra, Italia”, quotidiano italiano online attivo dalla capitale britannica fondato e diretto da Francesco Ragni.
“Le donne sono dunque attive partecipanti di un’industria che, come sostiene un progetto di ricerca del Leverhulme Trust “offre pari opportunità”. E sono proprio le donne nella mafia e contro la mafia le protagoniste dell’iniziativa organizzata da CinemaItaliaUK in collaborazione con l’ente finanziatore alla ricerca Leverhulme. Si tratta di un mini-festival cinematografico dal titolo “Donne di Mafia” che si terrà completamente online dal 6 all’8 marzo 2021 in occasione della Giornata internazionale della donna.
Sono tre giorni e sei film all’insegna delle donne, vittime, complici o parte integrante delle organizzazioni criminali italiane; donne alla ricerca di potere o vendetta, ma anche di indipendenza, giustizia e libertà.
Si inizia sabato 6 alle ore 15 con Diario di una Siciliana Ribelle (1997), documentario di Marco Amenta che ripercorre la storia di Rita Atria, una giovane donna suicidatasi a 17 anni dopo aver deciso di collaborare con la giustizia nel tentativo di trovare i colpevoli delle morti del padre e del fratello per mano della mafia siciliana.
Sempre sabato, alle 18, sarà il turno di Gelsomina Verde (2017), un film di Massimiliano Pacifico dedicato all’omonima donna, vittima, a 22 anni, della Camorra. La sua unica colpa? L’aver tenuto una relazione con un giovane uomo voluto dalla mafia.
Domenica 7, rispettivamente alle 15 e alle 18.30 sono invece in programma Per Amor Vostro (2015, nella foto in alto) di Giuseppe Gaudino e La Terra dei Santi (2015) di Fernando Muraca. Il primo racconta la storia di Anna, una donna costretta in una vita che non le appartiene, tra le relazioni tese con i tre figli ed i soprusi del marito. Il suo riscatto inizierà con il nuovo lavoro, fuori dalle mura di casa e lontano dalle attività losche dei famigliari; qui inizierà il riscatto etico e civile di Anna verso una vita più onesta e più colorata.
La Terra dei Santi tratta invece di un magistrato donna, Vittoria, alla cui lotta contro l’omertà, l’odio e l’ideologia dell’onore si contrappone la fedeltà di Caterina, moglie del boss mafioso Alfredo Raso e di sua sorella Assunta, vedova di un morto per mafia e costretta a sposarne il fratello.
Si conclude la rassegna lunedì 8 con I Cento Passi (2000) di Marco Tullio Giordano, che racconta la tragica storia di Peppino Impastato, ucciso per essersi ribellato alla mafia siciliana, e Ammore e Malavita (2017), una tragica storia di amore tra Fatima e Ciro, quest’ultimo sicario della Camorra intenzionato a lasciarsi alle spalle il suo passato criminale per ricominciare una vita con la sua amante, senza però risparmiarsi ulteriori morti, furti, inganni e tradimenti.
I film saranno disponibili online sul sito di CinemaItaliaUK. Al termine delle sessioni diurne si terranno anche degli incontri di domande e risposte con esperti, registi o giudici. Il programma completo si può consultare a questo indirizzo, dove si possono anche acquistare i biglietti per l’intero festival (£29.95), per un solo film (£5.99) o una sola giornata (£8.99)”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi