Eataly a Londra: fissato il giorno dell’inaugurazione - di Alessandro Allocca

LONDRA\ aise\ - “Un paradiso del cibo italiano di quasi 4000 metri quadrati su più piani, una boccata di ossigeno per chi aveva il timore che con la Brexit sarebbero rallentate anche le importazioni di cibo tipico dal Belpaese. Eataly conferma invece la sua apertura a Londra, inaugurando il più grande store europeo della sua catena accanto alla stazione di Liverpool Street”. Come riferisce Alessandro Allocca in un articolo in primo piano sul portale bilingue LondraItalia.com, “data fissata per giovedì 29 aprile, dalle 7 del mattino e fino a tarda sera, quando già si potranno fare gli acquisti in presenza, mentre dal 17 maggio si potrà anche mangiare all’interno grazie all’allentamento delle restrizioni governative in fatto di pandemia da coronavirus. Mentre dal 20 maggio si potrà prendere parte ai corsi di cucina nella scuola.
Eataly non sarà però solo vendita al dettaglio, ma anche aggregazione dato che ha allestito una terrazza all’aperto dove già dalla prossima settimana si potrà sostare, dato che le attuali regole prevedono l’assembramento controllato in spazi all’aperto.
Una roadmap organizzata nei minimi dettagli per quello che diventerà il punto di riferimento su grande scala del cibo italiano a Londra. Una inaugurazione molto attesa anche dalla stessa proprietà, dato che più volte Oscar Farinetti e suo figlio Nicola, attuale CEO, avevano evidenziato che il loro concept prendeva spunto dal più celebre Borough Market di Londra dove si poteva acquistare e mangiare, allo stesso tempo.
“Eataly London offrirà oltre 5.000 prodotti italiani, moltissimi locali, compresi i prodotti freschi della macelleria, della pescheria e dei banchi di salumi e formaggi”, ha spiegato lo store manager Matteo Ferrio. “L’enoteca offrirà più di 2.000 etichette di vino e poi sarà presente la “Via del Dolce” con torte, pasticceria varia, cannoli, il gelato artigianale. Il laboratorio del formaggio produrrà mozzarella fresca e formaggi italiani ogni giorno e particolare attenzione verrà data alla sostenibilità con la prima stazione di ricarica dove si potranno prendere prodotti senza imballaggi. In accordo con Illy sarà allestito anche un tipico bar all’italiana, mentre il piano terra offrirà una selezione di opzioni da asporto come la pizza, la pasta fresca, i panini italiani, focacce, insalate e piatti tipici””. (aise)