GOVERNO AUSTRALIANO ANNUNCIA VISTO STUDIO GRATIS PER GLI STUDENTI INTERNAZIONALI – DI CARLO OREGLIA

GOVERNO AUSTRALIANO ANNUNCIA VISTO STUDIO GRATIS PER GLI STUDENTI INTERNAZIONALI – di Carlo Oreglia

MELBOURNE\ aise\ - “Per aiutare gli studenti internazionali in difficoltà economiche a causa della pandemia di COVID-19, il governo ha annunciato recentemente diverse facilitazioni”. Ad elencarle è Carlo Oreglia su “Sbs Italian”, lo special broadcasting in onda in italiano in tutta l’Australia.
Nuovo visto studio gratuito
La novità per ora più importante riguarda gli studenti che non faranno in tempo a completare il corso con il loro visto studio originale e hanno bisogno di più tempo a causa dell’interruzione o del rallentamento delle attività a causa del Covid-19.
A loro viene concesso di richiedere un nuovo visto studio gratuitamente.
La legge limita questa facilitazione agli studenti che avevano un visto studio il 1° febbraio 2020 o dopo tale data.
Il risparmio è di 620$, che possono superare il migliaio di dollari per chi ha familiari a carico.
Per ottenere l’esenzione dal pagamento di questo visto, la Visa Application Charge (VAC) è necessario che la scuola compili una dichiarazione, scaricabile qui.
Studenti rimasti fuori dall’Australia
In questo caso la legge non è ancora stata discussa in parlamento, ma riguarda gli studenti rimasti fuori dall'Australia che potranno richiedere un visto 485 servendosi degli studi completati online.
L’annuncio del governo è stato generico, non è ancora chiaro quali studenti potranno servirsene e se ci sono limiti di lunghezza del periodo online da considerare.
Chi ha già finito il proprio corso, si trova fuori Australia e non è potuto rientrare potrà richiedere il visto 485 dall’estero.
Questo è un punto per cui l’associazione degli agenti di immigrazione si è battuta molto ed è stata ascoltata, come ha dichiarato a SBS Italian l'agente d'immigrazione Emanuela Canini, che ha poi confermato che il visto di lavoro 485 attualmente si può solo richiedere dall'Australia.
Molti studenti si sono trovati con le frontiere chiuse e l’impossibilità di rientrare, quindi questo cambiamento legislativo permetterà di fare la richiesta del visto dall’estero.
Il visto però va richiesto entro i sei mesi dalla fine del corso, ed è possibile che per diversi studenti il tempo a disposizione sia già scaduto”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi