LA DIASPORA VENEZUELANA, SPAGNA IL PAESE CON IL MAGGIOR NUMERO DI DOMANDE DI ASILO

LA DIASPORA VENEZUELANA, SPAGNA IL PAESE CON IL MAGGIOR NUMERO DI DOMANDE DI ASILO

CARACAS\ aise\ - “L’anno scorso i cittadini latinoamericani che hanno fatto regolare richiesta di asilo nell’ambito dei paesi dell’Unione Europea sono stati 21mila 920. La Spagna detiene il primato delle domande di asilo grazie ai circa 19mila venezuelani che, fuggiti dalla persecuzione politica e dalla fame, ne hanno fatto richiesta”. È quanto si legge su “La voce d’Italia”, quotidiano online diretto a Caracas da Mauro Bafile.
“A febbraio, l’“European Asylum Supporto Office”, l’agenzia dell’Unione Europea che si occupa che i singoli casi di asilo siano trattati in maniera coerente, aveva segnalato con preoccupazione che le richieste di asilo di cittadini venezuelani avevano duplicato quelle dell’anno precedente, senza raggiungere comunque quelle dei siriani (80.900), degli afghani (41.000) o degli iracheni (39.600). Ma il Venezuela, si sa, non è un Paese in guerra, anche se così parrebbe da un’analisi dei dati economici: contrazione del Pil del 55 per cento circa in cinque anni; iperinflazione di oltre il milione per cento nel 2018 e oltre l’80 per cento della popolazione che vive in povertà.
Stando all’Eurostat, l’ufficio europeo di statistiche, le richieste di asilo in Europa nel 2018 sono state 580mila. Quindi, vi sarebbe stata una contrazione dell’11 per cento rispetto al 2017. Per quanto riguarda i Paesi che hanno ricevuto il maggior numero di domande, la Germania, con il 28 per cento, comanda la classifica seguita da Francia e Grecia.
Per quel che riguarda, le richieste di asilo di cittadini venezuelani, la Spagna è sicuramente il Paese con il maggior numero di domande, seguito dall’Italia (980), Francia (565), Belgio e Germania (450).
Non sorprende che la Spagna sia il destino preferito delle migliaia di venezuelani, tanti con passaporto della Comunità. I legami del Paese con il continente latinoamericano spaziano da quello culturale a quello economico. E poi sono tanti i “repubblicani” che vi emigrarono negli anni bui della guerra civile, prima, e della dittatura franchista, poi. In Venezuela, la comunità spagnola si calcola attorno ai 160 mila cittadini. Ma è un numero che crescerebbe superando anche il milione se si calcolassero i discendenti, proprio come accade con la nostra Collettività”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi