LA FESTA DELLA REPUBBLICA A OTTAWA – DI VITTORIO GIORDANO

LA FESTA DELLA REPUBBLICA A OTTAWA – di Vittorio Giordano

MONTRÉAL\ aise\ - “Giardini verdi e profumati, marchi delle eccellenze tricolori nel mondo (come Campari, Lavazza, Ferrero, Barilla, Ferrari e Maserati), sapori e aromi delle nostre migliori tradizioni enogastronomiche (dalla pasta al sugo alla porchetta, anticipati dallo spritz): in questa 'oasi di pace italiana', incastonata nello sterminato territorio canadese, il 5 giugno scorso si è svolta la ‘Festa della Repubblica Italiana’, organizzata nella sua maestosa Residenza dall’Ambasciatore d’Italia a Ottawa, Claudio Taffuri”. Ne scrive Vittorio Giordano sul nuovo numero del “Cittadino canadese”, settimanale di Montreal di cui è caporedattore.
“Una “reggia” costruita come domicilio personale da un ex Barone del Legname ad Alymer, in Québec. L'evento che ha visto la partecipazione di circa 700 connazionali, si è svolto in presenza del Ministro canadese della Giustizia David Lametti, della Ministra degli Anziani Filomena Tassi, del segretario parlamentare Marco Mendicino e dei deputati federali Francesco Sorbara e Lloyd Longfield. Sia Taffuri che Lametti, nei loro interventi, introdotti dal presidente del Comites, Francesco Di Candia, hanno posto l’accento sull’antica e solida amicizia che unisce i due Paesi, l’Italia e il Canada, che condividono gli stessi valori.
Il diplomatico, in particolare, ha posto l’accento sul “modo di vivere all’italiana, conosciuto e apprezzato in tutto Marie Anna Bacchi, vicepresidente del cda della Camera di Commercio Italiana in Canda (ICCC), Chris O’Neill, presidente di MECAER AMERICA, e Danielle Virone, direttrice generale della ICCC Il Sen. Basilio Giordano con il Consigliere Spartaco Caldararo il mondo, che non è uno stereotipo vuoto, ma si concretizza nella capacità di innovare, di fare impresa, nell’immaginazione, nel genio e nella forte tradizione.
Tutti doni che gli italiani che vivono all’estero mettono in pratica su basi quotidiane, visto che fanno parte del nostro dna, e si riflettono nel ruolo che ricopriamo oggi nel mondo, in questo caso in Canada. Non possiamo dimenticare che proprio quest’anno celebriamo il cinquecentenario della nascita di Leonardo da Vinci, un italiano eccezionale, famoso per il suo genio e la sua inventiva, che ci ha lasciato un patrimonio enorme di italianità, attraverso intuizioni e opere a disposizione del mondo intero”.
Tra le personalità che hanno reso omaggio all’Italia nella capitale nazionale, oltre ad autorità ed esponenti della comunità internazionale in Canada, ricordiamo anche: la Console Generale d’Italia a Montréal, Silvia Costantini; l'On. Joe Volpe, editore del "Corriere Canadese"; il Sen. Basilio Giordano e la direttrice della Camera di Commercio italiana in Canada, Danielle Virone. Presente alla cerimonia anche il tenore Perry Canestrari, che ha interpretato gli inni nazionali canadese ed italiano”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi