L’ITALIA ALLA BUCHMESSE 2019: LA DIRETTRICE DELL’IIC COLONIA MARIA MAZZA NE PRESENTA IL PROGRAMMA

L’ITALIA ALLA BUCHMESSE 2019: LA DIRETTRICE DELL’IIC COLONIA MARIA MAZZA NE PRESENTA IL PROGRAMMA

FRANCOFORTE\ aise\ - "La Fiera del Libro di Francoforte è divenuta per noi negli ultimi anni sempre più importante anche in vista della partecipazione dell'Italia nel 2023 quale Paese Ospite d'Onore alla Fiera. In quella occasione l'editoria nazionale potrà essere protagonista di primo piano per un anno intero sulla scena tedesca e mostrarsi al meglio sul piano internazionale. Per questo motivo, negli ultimi anni stiamo incrementando sempre di più la nostra partecipazione alla Fiera, con il sostegno sia dell'Ambasciata d'Italia, del Consolato Generale d'Italia di Francoforte che dell'Istituto di Cultura di Berlino, ma anche con l'apporto di fondi straordinari che provengono dal nostro Ministero degli Affari Esteri". A presentare il programma della partecipazione italiana alla Buchmesse 2019 è la direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Colonia, Maria Mazza, in un intervento pubblicato dalla rivista Clic Donne, diretta a Francoforte da Marcella Continanza. Riportiamo di seguito l’articolo, a cura di Valeria Marzoli.
"Siamo presenti alla Fiera anche quest'anno con uno stand che offre una visione d'insieme sulle traduzioni in tedesco realizzate nell'ultimo anno dalle case editrici dell'area tedesca nel padiglione internazionale del Weltempfang. Ma siamo anche presenti nel padiglione dell'editoria italiana dove l'Agenzia ENIT ha messo a nostra disposizione uno spazio per l'incontro con gli autori, gli editori, i protagonisti che girano intorno al mondo dell'editoria italiana, la cosiddetta Piazza Italia.
Avremo quindi ospiti importanti, da Gianrico Carofiglio, che presenterà il suo libro Le tre del mattino, a Stefano Benni, che ci parlerà del suo ultimo volume Prendiluna, da Andrea Molesini (Dove un'ombra sconsolata mi cerca) e Giosuè Calaciura (Borgo vecchio) a Nicola H. Cosentino (Vita e morte delle aragoste), ma anche illustratori di libri per ragazzi come Barbara Jelenkovich.
Con gli scrittori Calaciura e Molesini avremo l'occasione di ripercorrere anche i 50 anni della casa editrice Sellerio, negli ultimi decenni divenuta molto importante anche grazie al successo dei libri del grande scrittore, recentemente scomparso, Andrea Camilleri.
Particolare importanza abbiamo dato quest'anno agli incontri con i protagonisti dell'editoria italiana: dal direttore del Salone del Libro di Torino Nicola Lagioia, che ci racconterà il segreto del successo della maggiore fiera editoriale italiana, a Renata Colorni, straordinaria figura della cultura italiana impegnata dal 1995 con Arnoldo Mondadori per cui dirige I Meridiani, collana di cui ricorrono quest'anno 50 anni. Saranno nostri ospiti presso Piazza Italia nel Settore editoria italiana della Fiera anche i rappresentanti della casa editrice e/o, Sandra Ozzola e Sandro Ferri, che hanno registrato negli ultimi anni uno straordinario successo anche grazie ai libri bestseller di Elena Ferrante.
Le giornate della Fiera offriranno anche un'occasione importante per presentare un progetto editoriale presentato ultimamente alla Triennale di Milano: La nazione delle piante del neurobiologo Stefano Mancuso.
Carlo Sgarzi, assistente curatore dell'omonima mostra alla Triennale, e la direttrice artistica della Triennale Lorenza Baroncelli, saranno nostri ospiti al Weltempfang della Fiera per illustrare i contenuti di Broken Nature, l'iniziativa che ha visto i maggiori designer, artisti, architetti ed intellettuali impegnati a Milano nel rispondere alla pressante domanda sul futuro della nostra terra: Come possono gli artisti contribuire con la loro azione a salvare il mondo? Il Weltempfang, il padiglione internazionale della Fiera, ha infatti quest'anno come tema l'Antropocene, ossia il periodo dello sviluppo della Terra dominato dall'Uomo, con i suoi devastanti effetti sull'equilibrio naturale. Sgarzi, collaboratore di Mancuso, farà il punto insieme alla filosofa francese Catherine Larrère e al pensatore spagnolo Manuel Arias Maldonado, nell'ambito di un evento organizzato da EUNIC Francoforte, sul problema dell'impatto dell'uomo sulla natura.
Piazza Italia sarà anche una vetrina per presentare le nostre Regioni: il Veneto celebrerà ad esempio i 50 anni della scomparsa di Giovanni Comisso, il Lazio presenterà la sua regione come terra di libri.
Moderatore di quasi tutti questi incontri sarà il prof. Luigi Reitani, già direttore dell'Istituto Italiano di Cultura di Berlino, germanista e profondo conoscitore delle realtà editoriali italiana e tedesca, che ha ideato il programma e che con la sua competenza arricchirà la nostra presenza alla Fiera di Francoforte.
Tengo a precisare che abbiamo creato, d'intesa con il Consolato Generale d'Italia di Francoforte, l'Ambasciata d'Italia e l'IIC di Berlino, che naturalmente sostengono tutte queste iniziative, un programma equilibrato di eventi che si svolgono sia all'interno della Fiera, sia all'esterno della stessa, e ciò per dar modo anche a chi non abbia la possibilità di recarsi in Fiera di poter comunque avere l'occasione di incontrare i nostri grandi autori la sera in sale cittadine, rigorosamente ad ingresso gratuito". (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi