QUASI PRONTO AL DEBUTTO IL REMAKE SLOVACCO DI “PERFETTI SCONOSCIUTI”

QUASI PRONTO AL DEBUTTO IL REMAKE SLOVACCO DI “PERFETTI SCONOSCIUTI”

BRATISLAVA\ aise\ - “Známi neznámi, questo il nome di un film slovacco arrivato alla postproduzione che è un remake del film italiano Perfetti Sconosciuti del 2016. Come scrive il sito specializzato Film New Europe, le riprese si sono svolte a Bratislava nell’agosto 2020 con attori slovacchi e cechi, anche se la storia è ambientata a Praga. Sarà il primo lungometraggio di una giovane regista slovacca, Zuzana Marianková, prodotto da Wandal Production che ha acquisito i diritti dell’opera italiana per Slovacchia e Repubblica Ceca”. A rilanciare la notizia è “Buongiorno Slovacchia”, quotidiano online diretto a Bratislava da Pierluigi Solieri.
“La sceneggiatura è stata adattata da Petr Jarchovský e i protagonisti principali sono Klára Issová, Tatiana Pauhofová, Martin Hofmann, Petra Polnišová.
La regista Zuzana Marianková, 29 anni, a parte alcuni short ha al suo attivo serie televisive slovacche di successo tra cui Oteckovia, Horna Dolna, Specialisti, Kuchyna, Za sklom.
Il film è atteso nelle sale a fine novembre con la distribuzione di Itafilm, ha un budget di 800.000 euro, e ha ottenuto il sostegno del Fondo audiovisivo slovacco.
La commedia parla di un gruppo di amici che imparano di più su se stessi durante una festa di Capodanno a Praga che nella loro intera vita. Si conoscono da molto tempo e questo incontro si sarebbe tenuto nello spirito di un classico capodanno, se nessuno avesse avuto un’idea: mettere i cellulari sul tavolo e condividere ogni SMS e ogni chiamata in arrivo.
Perfetti sconosciuti, opera del 2016 di Paolo Genovese, è stato il secondo film per incassi di quell’anno dopo Quo vado? di Zalone. Ha vinto il premio per la miglior sceneggiatura al Tribeca Film Festival, mentre in Italia ha vinto David di Donatello e Nastri d’Argento per miglior film, sceneggiatura, regia e migliore commedia. Ha inoltre segnato un record assoluto di film italiano con più remake, ben 18 in tutto il mondo fino al 2019 (tra cui produzioni francesi, turche, indiane, cinesi, messicane, tedesche e statunitensi), cui si aggiunge quello slovacco-ceco, oltre a diversi adattamenti teatrali. A fine 2019 è stato votato dai lettori del Corriere come il più bel film italiano degli anni 2010”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi