Riunione virtuale di Italia Viva Sudamerica con il Presidente Ettore Rosato – di Pablo Mandarino

BUENOS AIRES\ aise\ - “La conferma delle elezioni dei Comites del prossimo dicembre da parte del Direttore della Farnesina per gli italiani all’estero, Luigi Maria Vignali, ha risvegliato tutti i partiti con rappresentanza nella circoscrizione estero. Tra quelli che aspirano ad entrare nel consiglio direttivo dei Comites vi è Italia Viva: il partito di Matteo Renzi ha cominciato a giocare la propria partita all’estero, dove ha nominato i coordinatori e li ha istruiti a muovere le proprie pedine all’interno dell’associazionismo”. Così scrive Pablo Mandarino, direttore de “L’Eco d’Italia”, che sul giornale edito a Buenos Aires pubblica il resoconto dell’incontro online del 10 aprile scorso con il deputato e presidente di Iv, Ettore Rosato.
“Con questo obiettivo, lo scorso 10 aprile, il Presidente del partito, l’On. Ettore Rosato, ha partecipato ad un incontro virtuale con i coordinatori ed alcuni delegati del partito in America Latina. La presenza del presidente è una dimostrazione dell’importanza che il partito di Matteo Renzi riconosce alla formazione di una struttura nella circoscrizione estero e soprattutto nella circoscrizione America Meridionale.
Sebbene il neo partito sia nato da una scissione del PD italiano, in Sudamerica (almeno per il momento) non ha potuto trascinare nessuno dei dirigenti del PD che vantano una lunga tradizione sul campo. Tuttavia, il partito ha iniziato, tramite diverse attività digitali, a farsi strada all’interno di una comunità dive c’è scarsa presenza e rappresentanza dei partiti nazionali italiani. Dal punto di vista strategico, come è successo in Italia, il partito avrà l’opportunità, in Sudamerica, di attingere da un Partito Democratico pieno di “vedove”: importanti direttivi lasciati da parte da una dirigenza comandata da Fabio Porta e Luciano Vecchi che hanno perso considerevolmente potere dal 2018, essendo stati i nomi e le facce di una clamorosa sconfitta elettorale. L’altra partita da giocare potrebbe essere quella di attrarre le alte cariche con maggior conoscenza all’interno l’associazionismo, quelli che provengono dal cuore della collettività, con militanza nelle istituzioni.
Una ricerca che, a quanto pare, non è quella che ha in mente il vertice del partito in America Latina, almeno in questo momento.
“Merlo ha pubblicato la sua proposta di riforma del Comites un mese dopo quella di Italia Viva, un atteggiamento che ci ha fatto ridere”, ha sottolineato il coordinatore Nicolas Fuster. “Finora, quello che il MAIE ha votato in Parlamento (decreto sicurezza, Quota 100 e reddito di cittadinanza) rispecchia una completa mancanza di orizzonte politico”. Oltre alla riforma della legge dei Comites, tra le proposte presentate dai coordinatori continentali, Nicolas Fuster e Gaia Marchiori, vi è la piattaforma di formazione per gli italiani in Sudamerica ed il Club Politico Italiano.
La piattaforma di formazione comprenderà una decina di incontri con esperti di diversi settori legati sia all’Italia sia all’Argentina o il Sudamerica. Il “Club Politico” consisterà in una serie di riunioni bisettimanali aperte che si svolgeranno su piattaforma digitale, il cui argomento sarà l’attualità politica italiana.
Alla riunione ha partecipato il Presidente del partito, l’On. Ettore Rosato, che ha ribadito le linee guida di Italia Viva come parte costitutiva della maggioranza che sostiene il Governo Draghi. “Ci sono tre emergenze attualmente in Italia, - ha argomentato Rosato – la salute, l’economia e l’istruzione”. Inoltre, il Vicepresidente della Camera dei Deputati ha valorizzato il ruolo protagonista del partito nell’attuazione del Family Act (reddito universale) proposto da Matteo Renzi e sostenuto dalla ministra per le pari opportunità e la famiglia Elena Bonetti”. (aise)