SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA A FIUME: LA PREMIAZIONE DEL CONCORSO LETTERARIO DEL CONSOLATO GENERALE – DI STELLA DEFRANZA

SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA A FIUME: LA PREMIAZIONE DEL CONCORSO LETTERARIO DEL CONSOLATO GENERALE – di Stella Defranza

FIUME\ aise\ - “La XX edizione della Settimana della lingua italiana nel mondo, che si celebra ogni anno la terza settimana d’ottobre, è iniziata ufficialmente il 19 e si concluderà il 25 ottobre. Si è svolta ieri sulla piattaforma virtuale Zoom la cerimonia di premiazione del concorso letterario indetto dal Consolato Generale d’Italia a Fiume nell’ambito delle Giornate della cultura italiana “L’italiano tra parola e immagine: graffiti, illustrazioni, fumetti”. A differenza degli anni passati, quando veniva pubblicata una classifica dei ragazzi più meritevoli delle scuole italiane medie superiori dell’Istria e di Fiume, quest’anno sono stati proclamati quattro vincitori che si sono divisi il premio ex aequo”. Così scrive Stella Defranza su “La voce del popolo”, quotidiano diretto a Fiume da Roberto Palisca.
“I vincitori del concorso di quest’anno sono Valentina Malusà, della SMSI di Rovigno, Chiara Scalembra, della SMSI di Fiume, Annabella Škobo, della SMSI di Pola e Caterina Napoletano, della SMSI di Buie.
“Questo concorso, indetto dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dal Ministero della Cultura italiani – ha spiegato Davide Bradanini, Console generale d’Italia a Fiume – ha riscontrato un grande successo tra i ragazzi, soprattutto quest’anno, visto che il tema scelto è molto vicino ai giovani e ha destato la mia curiosità di scoprire che cosa ne pensano gli studenti delle SMSI. Sono rimasto molto colpito dalla qualità dei lavori prodotti e vorrei fare i miei complimenti ai vincitori. Ogni lavoro premiato si è concentrato su tematiche di grande importanza, dall’analisi storica del fumetto a particolari espressioni del genere. Vorrei ringraziare l’Unione italiana per il suo impegno pluriennale nella tutela della lingua e della cultura italiana. Mi rammarico di dover comunicare con i ragazzi virtualmente e spero di poterli incontrare di persona in occasione di una delle mie visite agli istituti scolastici”, ha concluso Bradanini.
Importante il ruolo degli sponsor
Ai ragazzi si è rivolta pure Gordana Nikolić, preside della Business School PAR di Fiume, la quale ha annunciato diverse novità tra cui l’apertura di quattro nuovi indirizzi di studio, uno di laurea triennale in gastronomia e tre indirizzi specialistici in finanze, management sportivo e management delle piccole e medie imprese. “Devo dire che la commissione ha avuto difficoltà a scegliere i lavori migliori – ha dichiarato rivolgendosi agli studenti – in quanto tutti i lavori in concorso erano ottimi. La grande partecipazione dei ragazzi ci spinge a continuare a impegnarci.
Quest’anno abbiamo deciso di creare un montepremi dal valore di 10mila kune e a ciascun vincitore andranno 2.500 kune da usare in uno dei segmenti universitari a disposizione nella nostra scuola”.
A salutare i giovani pure Andrea Perkov, segretaria generale della Camera di commercio croata, la quale ha annunciato che a ciascun vincitore andranno 500 kune.
“I giovani hanno bisogno di rassicurazioni – ha spiegato – e noi vogliamo dare loro un premio simbolico per fargli capire che ci siamo. Grazie a iniziative come questa la lingua italiana continua a convivere con il croato non solo a Fiume e in Istria, ma in tutta la Croazia e sono contenta di vedere che i giovani apprezzano i nostri sforzi”.
I FUMETTI, LA NONA ARTE
Ai ragazzi si è rivolto infine Marin Corva, presidente e titolare del settore “Comunità degli Italiani” della Giunta esecutiva dell’Unione Italiana, il quale ha salutato brevemente tutti i partecipanti alla videoconferenza, congratulandosi con gli studenti.
L’incontro virtuale si è concluso con un saluto del Console Bradanini, il quale ha invitato gli studenti ad approfondire il tema di quest’anno, citando anche lo scrittore, lettore e collezionista di fumetti Umbero Eco, il quale li definì la nona arte, nonché ricordando loro l’iniziativa “Fumetti nei Musei”, lanciata nel 2018 dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e per il Turismo per raccontare ai giovani la ricchezza del patrimonio culturale italiano”. (aise) 

Newsletter
Archivi