TONY LOFFREDA: “PRONTI A VINCERE LE SFIDE DEL FUTURO” – DI VITTORIO GIORDANO

TONY LOFFREDA: “PRONTI A VINCERE LE SFIDE DEL FUTURO” – di Vittorio Giordano

MONTRÉAL\ aise\ – “Si è chiuso il primo anno di Tony Loffreda alla guida della Fondazione Comunitaria Italo-Canadese: un anno impegnativo, pieno di sfide e soddisfazioni per il vice-chairman RBC, che il 29 novembre scorso ha accolto un centinaio di Governatori, sostenitori e amici nella sala dei Governatori del Centro Leonardo da Vinci, subito dopo l’assemblea annuale. Insieme a lui, presente anche il nuovo consiglio di amministrazione formato da: il primo vicepresidente Nick Fiasche, il segretario Sabino Grassi, il tesoriere Joseph Broccolini, i direttori Tony Sciascia (CNIC), Joseph Pannunzio (CLDV), Gino Berretta (CCPI-Casa d’Italia), Dominic Diaco (CIBPA) ed il direttore generale Alexandro Loffreda. Tra gli ex presidenti in sala: Giuseppe Borsellino, Silvio De Rose e Mario Galella. Sono intervenuti anche il Console Generale d’Italia a Montréal, Marco Riccardo Rusconi, ed i deputati federali Nicola Di Iorio e Angelo Iacono”. A scriverne è Vittorio Giordano su , settimanale di Montreal di cui è caporedattore.
“La Fondazione – organismo senza fini di lucro oggi composto da 320 Governatori - riveste un ruolo sempre più centrale per la sua nobile missione filantropica a sostegno della Comunità italiana. Basti pensare che, in 43 anni, la FCCI ha aiutato oltre 150 organismi per un totale di 25 milioni di dollari. Chapeau! La serata, che si è conclusa con una ricca cena, ha rappresentato l’occasione per fare un bilancio delle attività dell’anno che sta per volgere al termine. Tra gli eventi che hanno scandito il calendario comunitario della Fondazione: il cocktail di primavera, con le celebrazioni di nuovi Cavalieri della Repubblica, come Davide Scalia e Luigi Liberatore; il Texas Hold’em poker (che ha fruttato 70 mila $), il Ballo dei Governatori (350 mila $), il Gala Insieme (1.800.000 $), la Settimana Italiana di Montreal, come partner principale del Congresso Italo-canadese; le Borse di Studio della CIBPA ed il gala della Casa d’Italia, 2 eventi a cui la Fondazione ha contribuito con una generosa donazione.
Dopo una breve introduzione di Alessandra Tropeano, che ha ricordato come la Fondazione continui a fare la differenza per la sua vocazione umanitaria e solidale, l’annuncio a sorpresa del presidente Loffreda: “Rita De Santis sarà vicepresidente della Fondazione”.
“I governatori - ha poi spiegato - sono persone di successo in grado di dedicarsi alla Comunità”. “La differenza tra i sogni e la realtà - ha poi aggiunto - è l’azione: porteremo a termine i nostri obiettivi. Il mio sogno è lasciare, un giorno, con un Centro Leonardo Da Vinci ed una Casa d’Italia senza debiti”. “Non abbiamo problemi, ma solo sfide da vincere”, ha concluso. Poi Loffreda ha introdotto il Console Rusconi, ormai prossimo alla partenza: “Sta succedendo una cosa molto bella - ha esordito il Console -: è in atto una sana competizione per fare sempre meglio: il gala della Casa d’Italia, il gala ‘Insieme’ della Fondazione, la Festa della Repubblica. Esattamente come succede in Italia da 3 mila anni. Sempre con l’obiettivo di essere migliori, ma anche di crescere insieme. Perché le cose veramente grandi si fanno insieme: in questi 2 anni e mezzo ho visto questo spirito; e quando noi italiani stiamo insieme facciamo le cose per bene””. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi