TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO: INTERVISTA A JOSEPH BROCCOLINI – DI FABRIZIO INTRAVAIA

TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO: INTERVISTA A JOSEPH BROCCOLINI – di Fabrizio Intravaia

MONTREAL\ aise\ - “L'imprenditore Joseph Broccolini, 62 anni, sarà il presidente d'onore della 33ma edizione del "Ballo dei Governatori", il tradizionale gala di raccolta fondi organizzato dalla Fondazione Comunitaria Italo-Canadese (FCCIQ). La grande serata è in programma per sabato 20 ottobre, (dalle ore 18) all'Hotel Sheraton di Laval. Governatore della Fondazione da diversi anni e tesoriere dello stesso organismo dallo scorso anno, Joseph Broccolini, vicepresidente esecutivo della compagnia di costruzioni Broccolini, ha sempre svolto un ruolo molto attivo nella e per la comunità italiana”. Ad incontrarlo è stato Fabrizio Intravaia, che lo ha intervistato per il “Corriere italiano” che dirige a Montreal.
““Come imprenditori italocanadesi – spiega il signor Broccolini – abbiamo il privilegio di fare parte di una comunità che ha molto successo ma abbiamo anche l'obbligo morale di occuparci delle nostre organizzazioni comunitarie per cercare di restituire, a chi ne ha più bisogno, quello che la società ci ha permesso di raccogliere. È per questo motivo, quindi, che ho deciso di accettare, su invito del presidente della FCCI Tony Loffreda e del consiglio d'amministrazione, il ruolo di presidente d'onore del Ballo. Per me è un motivo d'orgoglio perché la comunità italiana è una causa che mi sta molto a cuore e penso che sia assolutamente necessario darci una mano per trasformare questa serata di Gala in un successo per tutta la comunità. L'obiettivo è quello di raccogliere 300 000 dollari che poi saranno ridistribuiti per i vari bisogni della nostra comunità, e considerando il numero di biglietti venduti, circa 600, siamo sulla buona strada”.
D. Qual è di preciso il ruolo di un Presidente d'onore?
R. È quello di stimolare gli altri governatori, i proprietari di aziende, i professionisti, le persone in affari, anche se non necessariamente d'origine italiana, per convincerli a partecipare e contribuire a questa grande serata di raccolta fondi. Molte telefonate, molte e-mail, molti incontri con il comitato organizzatore del Ballo, tutto tempo ben speso per una buona causa.
D. Il tema del Ballo è: "Passato, presente e futuro" ...
R. La comunità italiana è solidamente presente in Canada e nel Québec ormai da tanti anni. Ne hanno fatta di strada i nostri predecessori! Il presente è quello che viviamo oggi, è il nostro apporto alla società, e il futuro dipende anche dalle decisioni che prendiamo oggi per cercare di migliorare la nostra posizione nella società quebecchese e canadese. Dunque tutti quelli che vogliono contribuire e vogliono darsi da fare all'interno della FCCIQ sono i benvenuti. Il futuro sono anche i 10 nuovi governatori che saranno annunciati durante il Gala.
D. La sua, di strada, da dove viene?
R. Io sono nato a Montréal. I miei nonni vengono da Teramo e mio padre Domenico, colui che ha fondato, nel 1949, l'azienda di costruzioni Broccolini, arrivò a Montréal nel 1931 all'età di 5 anni. La Broccolini, dunque, nel 2019 festeggerà i suoi 70 anni, un traguardo che taglieremo con grande fierezza!
UNA STORIA DI SUCCESSI
Joseph Broccolini è vicepresidente e proprietario dell'azienda di famiglia insieme ai fratelli John e Paul. Si occupa, in particolare, di finanze.
La compagnia, che ha circa 300 impiegati, costruisce un po' di tutto: dalle case di città ai condomini multipiano, dagli edifici industriali per le grandi compagnie come, ad esempio, Ikea ed Amazon, ai centri commerciali.
La sede principale è a Kirkland, nell'ovest di Montréal; le altre due sedi sono a Toronto e ad Ottawa.
Il giro d'affari è di circa 500 milioni di dollari l'anno.
Tra le varie realizzazioni c'è anche l'ingrandimento dello Stadio Saputo nel 2011.
Uno dei grandi progetti di Broccolini è la nuova "Maison" di Radio-Canada (418 000 p.q.) la cui apertura ufficiale è prevista per gennaio 2020.
Joseph Broccolini è anche presidente d'onore della campagna di raccolta fondi per la Casa d'Italia”. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi