ULTIMO SCOGLIO PER IL COLUMBUS CENTRE – DI MARIELLA POLICHENI

ULTIMO SCOGLIO PER IL COLUMBUS CENTRE – di Mariella Policheni

TORONTO\ aise\ - “Non sarebbe ancora in una botte di ferro il Columbus Centre. L’ultimo scoglio prima della designazione ufficiale con iscrizione nel City of Toronto’s Heritage Register è rappresentato dalla seduta del consiglio comunale del 30 gennaio. Se la maggioranza dei consiglieri si schiererà ancora una volta a favore della richiesta approvata lo scorso luglio dal Toronto Preservation Board l’ordine sarà esecutivo. Potrebbe così essere scritta, dopo tanti mesi di incertezza, la parola fine ad una vicenda che ha fatto mobilitare la comunità per salvaguardare il centro comunitario che si trova all’angolo di Lawrence Ave. e Dufferin Street”. Ne scrive Mariella Policheni sul “Corriere canadese”, quotidiano diretto a Toronto da Francesco Veronesi.
“Con l’iscrizione nel registro che annovera proprietà alle quali è stato riconosciuto di rappresentare un patrimonio culturale, il Columbus Centre diventerebbe in sostanza “intoccabile”.
La categoria heritage inventory, nella quale i sostenitori del centro sperano entri a far parte – assicurerebbe sia il riconoscimento che la protezione: per poter demolire il Columbus Centre occorrerebbe infatti ottenere numerosi permessi.
Alcuni consiglieri interpellati come Mark Grimes, Gord Perks e Stephen Holiday non hanno voluto esprimere la propria opinione in attesa di conoscere meglio alcuni dettagli mentre altri si sono già detti a favore della designazione.
“Da lungo tempo nutro un profondo rispetto per tutto il lavoro comunitario fatto dal Columbus Centre – dice il consigliere Paul Ainslie – non ho alcun problema con la sua designazione di heritage site”.
Dello stesso avviso è anche il consigliere Paula Fletcher e naturalmente quello di Eglinton-Lawrence-Ward 8 Mike Colle che ha sostenuto – assieme ad altri politici – la battaglia della comunità a favore del Columbus Centre.
Non è da meno il consigliere James Pasternak che mette in risalto l’importanza del centro comunitario per gli italiani di Toronto.
“Il Columbus Centre è un centro culturale fondamentale per la continuità della comunità italiana della città e di conseguenza io sosterrò la designazione di heritage site – ha detto il consigliere di York Centre – è qualcosa di vitale non solo per la comunità italiana ma per la natura multiculturale di Toronto. Leggerò il rapporto attentamente, ascolterò la comunità e lavorerò con gli altri consiglieri per essere certo che faremo quel che è meglio per la comunità italiana ed il meglio è proteggere il Columbus Centre”.
La prova del fuoco sarà il 30 gennaio: sarà quello il momento di decidere il futuro del Columbus Centre.
Lo scorso luglio il consiglio comunale ha approvato all’unanimità la mozione del consigliere Maria Augimeri. Il voto del 30 gennaio sarà quello decisivo”. (aise)