“Accelerate in Israel”: l’ambasciata pubblica il bando della terza edizione

TEL AVIV\ aise\ - L’Ambasciata italiana a Tel Aviv ha pubblicato il bando di partecipazione ad “Accelerate in Israel 3rd Edition”, terza uscita del programma promosso dalla sede diplomatica per permettere alle start-up italiane un periodo di accelerazione in Israele. Le domande di partecipazione dovranno essere presentate entro il 13 settembre 2021.
“Accelerate in Israel 3rd Edition” è lo strumento di sostegno dedicato alle start-up italiane finanziato nel quadro dell’Accordo di Cooperazione scientifica tecnologica industriale Italia-Israele.
Giunto alla terza edizione, può contare anche quest’anno su un budget fino ad un massimo di 400.000 Euro grazie al supporto di Agenzia ICE, che con questo strumento estende nuovamente a Israele la sua iniziativa “Global Start up Program”. Il Programma, come sempre organizzato in collaborazione con la Camera di Commercio e Industria Israele-Italia e con Intesa Sanpaolo Innovation Center, prevede un finanziamento di 12.000 euro per ciascuna delle start-up che verranno selezionate e un periodo di accelerazione di dieci settimane presso un acceleratore israeliano.
Dopo il successo della prima edizione del programma, la seconda edizione - che ha visto la nascita della partnership fra Ambasciata d’Italia e Agenzia ICE e la collaborazione con Camera di Commercio e Industria Israele-Italia e Intesa Sanpaolo Innovation Center - ha subito un lungo ritardo a causa della pandemia di Covid-19. Le venti start-up selezionate alla fine del 2020, affidate ai due acceleratori Eilat Tech Center e Tech for Good, inizieranno il programma di accelerazione il 4 ottobre prossimo, per concluderlo alla metà di dicembre.
In parallelo, durante l’autunno, si terrà il processo di valutazione e selezione delle start-up che faranno richiesta di partecipazione ad “Accelerate in Israel 3rd Edition”, la cui partenza è prevista per le prime settimane del prossimo anno.
“Grazie a una sperimentata organizzazione, un budget di 500.000 Euro e nuovi verticali tecnologici in settori chiave, la terza edizione di Accelerate in Israel – sottolinea l'Ambasciatore italiano in Israele, Gianluigi Benedetti – aiuterà le più dinamiche e intraprendenti start-up italiane a presentarsi nell’eccezionale ecosistema all’innovazione israeliano, offrendo ai nostri giovani imprenditori un’opportunità unica per sviluppare la propria idea d’impresa attraverso un serrato periodo di lavoro con imprenditori e investitori israeliani e internazionali. Il programma, che è diventato un punto di riferimento per molte start-up italiane interessate a esperienze internazionali, è uno strumento pensato per promuovere la crescita delle giovani aziende italiane e rafforzare i rapporti bilaterali tra Italia e Israele nel settore dell’alta tecnologia e dell’innovazione”.
"L'export del nostro Paese è ripartito”, afferma Carlo Ferro, Presidente di ICE Agenzia. “Numeri alla mano, nei primi cinque mesi del 2021 ha registrato una crescita tendenziale del 23,9% e, soprattutto, una crescita del 3% sull’analogo periodo del 2019. Dobbiamo ora guardare ai megatrend, già in atto ma accelerati dalla pandemia, che guideranno i modelli di produzione e di consumo nell’epoca post-Covid: digitale, innovazione e sostenibilità. E proprio in questa direzione, in ottica di sistema, va il nostro impegno per le start-up, anche attraverso il Global Startup Program, e il programma Accelerate in Israel, in sinergia con l’Ambasciata italiana a Tel Aviv. La terza edizione di "Accelerate in Israel" apre nuove opportunità di crescita per Italia e Israele proprio in questi ambiti, un grande in bocca al lupo alle aziende partecipanti!".
“La nostra azione in ambito innovazione ha sempre guardato a Israele come un punto di riferimento”, annota Maurizio Montagnese, Presidente di Intesa Sanpaolo Innovation Center. “La collaborazione con la nostra Ambasciata a Tel Aviv, l’Agenzia ICE e la Camera di Commercio Israele-Italia ha rappresentato negli ultimi anni un motore efficiente e efficace per sostenere le migliori startup italiane. Essere anche quest’anno tra gli attori principali di “Accelerate in Israel” ha una valenza ancora più forte perché si colloca in una fase di ripartenza dell’economia globale e degli investimenti in innovazione. E il Gruppo Intesa Sanpaolo saprà sfruttare al meglio questa opportunità anche nell’interesse dei propri clienti”.
Infine, per il Presidente della Camera di Commercio e Industria Israele-Italia, Simone Botti, la terza edizione di “Accelerate in Israel” è “un importante progetto che arricchisce la gamma delle opportunità di internazionalizzazione e sviluppo offerte dal Sistema Italia alle start up italiane più interessanti. La Camera di Commercio Israele-Italia è orgogliosa dei risultati fin qui conseguiti nelle sue attività nei vari settori dell’innovazione e io sono certo che anche questa terza edizione, sarà un importante successo”.
Il bando è disponibile qui. (aise)