Ad Hannover il 3° Convegno sulla salute promosso da Comites e Consolato

HANNOVER\ aise\ - Il Comites di Hannover, in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia ad Hannover, ha organizzato lo scorso 28 maggio un evento online intitolato “III Convegno sulla salute, nel quadro delle iniziative informative a favore dei connazionali”. L’incontro è stato introdotto da Mariella Costa che ne ha redatto il resoconto che qui riportiamo.
“Nei saluti iniziali sono intervenuti, il Console Generale Giorgio Taborri, il Presidente del Comites Giuseppe Scigliano ed il Segretario Generale del CGIE Michele Schiavone, che ha voluto ringraziare il Comites di Hannover ed il Consolato Generale per “lo straordinario lavoro svolto soprattutto in questo ultimo anno e mezzo di pandemia e per essere stati vicini alla nostra comunità. Si è riusciti grazie all’impegno sui territori a superare difficoltà ed emergenze imminenti”.
Egli ha proseguito ricordando “il rispetto dell’Art. 32 della Costituzione Italiana, che garantisce la sanità e la salute a tutti i cittadini, uno degli argomenti di grandissima attualità, che assieme supereremo, perché la salute pubblica è di per sé il bene più prezioso che gli uomini e le donne possono avere”.
I quattro relatori, già noti in questa circoscrizione consolare, hanno presentato diversi temi di ampio interesse.
La Dottoressa Isabella Parisi-Stuempel, laureata in Medicina e Chirurgia all’università La Sapienza di Roma, dirige uno studio di Medicina Generale ad Hannover e rappresenta un punto di riferimento per molti connazionali residenti nella città non solo per quanto riguarda esami clinici di laboratorio, esami ecografici o elettrocardiogrammi, ma anche nell’ambito di test allergologici, di desensibilizzazione e della terapia del dolore. Inoltre è stata eletta nel 2015 membro del Comites di Hannover e Consigliere del CGIE.
Nella sua presentazione “Salute e Prevenzione nella società moderna e ruolo dei vaccini nell’attuale pandemia” la dottoressa Parisi-Stuempel ha parlato nella prima parte di prevenzione e dell’importanza di sottoporsi regolarmente a dei Check-up medici. Nella seconda parte della relazione, si è particolarmente soffermata sull’importanza dei vaccini nell’attuale situazione pandemica, analizzando i diversi tipi di vaccini presenti al momento sul mercato e la loro efficacia, facendo riferimento anche alle diverse varianti in circolazione (inglese, africana, brasiliana ed indiana).
Il Professor Guido Schumacher ha studiato Medicina a Firenze e Berlino, ha lavorato per 18 anni presso la Charité a Berlino e dal 2009 è Primario del reparto di chirurgia al Staedtisches Klinikum di Braunschweig.
La sua relazione “Come manteniamo la qualità della chirurgia durante le restrizioni a causa del Covid19” ha voluto dar riposta a delle domande che in molti negli ultimi mesi si sono posti, come ad esempio “Se gli ospedali sono pieni di pazienti con Covid19 c’è posto per me come paziente? È sicuro andare in ospedale e ci sono abbastanza posti letto per tutti i pazienti? Vi sono ritardi con le operazioni? Posso infettarmi se mi faccio curare in ospedale?”. Dalle sue risposte è emerso che la situazione in Germania non risulta essere acuta, anche se vengono effettuati al momento solo interventi di estrema urgenza. Il personale sanitario viene controllato regolarmente e rispetta tutte le norme di igiene e sicurezza, pertanto un trattamento ospedaliero non comporta per il paziente nessun rischio di contagio.
Il Dottor Vincenzo Paternò, laureatosi in Medicina e Chirurgia a Catania, si è specializzato all'Ini (International Neuroscience Institute) di Hannover, dove oggi è responsabile di reparto, diventando un neurochirurgo di fama mondiale. Insegna come professore associato all’università di Hannover e con la WFNS (la Federazione mondiale di Neurochirurgia) forma neurochirurghi in tutto il mondo. Nella sua presentazione “Cervico-brachialgia: dalla terapia conservativa alla chirurgia” il dott. Paternò ha parlato della colonna vertebrale, delle sue funzioni e delle patologie da cui può essere colpita: tumorale, post-chirurgica (instabilità), malformazioni (scoliosi), meccanica, dovuta a dei traumi o alla degenerazione (ernie del disco e spondilodiscoartrosi). Nella presentazione sono state trattate in modo più approfondito le patologie meccaniche e le diverse possibili terapie.
Il Professor Gianfranco Tramonti si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pisa, ove si è specializzato in Medicina Interna, Medicina Nucleare e Nefrologia. È Docente presso l’Università di Pisa con compiti di assistenza, didattica e ricerca. Per due anni ha svolto attività di didattica e di ricerca anche presso la Nortwestern University of Chicago nello Stato dell’Illinois, come Visiting Professor. Direttore dell’Unità Operativa di Nefrologia Universitaria dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa, è autore di numerose pubblicazioni su riviste internazionali e relatore di comunicazioni scientifiche in congressi nazionali ed internazionali.
Nella sua presentazione “I reni: due piccoli instancabili lavoratori”, Tramonti ha brevemente delineato l’evoluzione della vita sulla terra e l’importanza assunta dall’acqua in tale processo, analizzando successivamente le funzioni dei reni, la loro posizione nel corpo umano, la loro struttura così come le malattie renali (insufficienza renale) e l’importanza dell’idratazione.
Il Convegno, ampiamente promosso anche sui canali social del Consolato Generale, è stato trasmesso in streaming, riscuotendo un grande apprezzamento da parte dei connazionali, che hanno posto numerose domande ai quattro relatori. Il Video del convegno è stato pubblicato sul Canale Youtube del Consolato Generale d’Italia ad Hannover, per valorizzarne ulteriormente il contenuto e facilitarne la diffusione anche successivamente”. (aise)