B2B dell’ICE di Buenos Aires per promuovere le opportunità d’affari nel settore farmaceutico

BUENOS AIRES\ aise\ - Si è svolto il 16 settembre scorso un incontro di B2B in modalità virtuale fra imprenditori italiani, argentini, paraguayani e uruguayani, cui hanno partecipato i rappresentanti di 23 imprese, organizzato dall’Ufficio ICE di Buenos Aires.
“Incontri come quello odierno sono vitali per favorire la ripresa ed essere pronti a ripartire con collaborazioni imprenditoriali in un settore centrale come è oggi quello farmaceutico”, ha commentato l’ambasciatore d’Italia a Buenos Aires, Fabrizio Lucentini.
L’incontro segue la presentazione, lo scorso 8 dicembre, dello studio di settore sulla Farmaceutica in Argentina, Paraguay e Uruguay preparato dall’Ufficio ICE, con l’obiettivo di fornire uno strumento concreto per sviluppare le collaborazioni imprenditoriali fra l’Italia e la Regione. La ricerca ha evidenziato le potenzialità del settore in questa regione, a partire dal livello di spesa dell’Argentina in campo sanitario (9,4% del PIL - il più alto dell’area) e dai rapporti di collaborazione esistenti con l’industria italiana, su cui c’è ancora molto da lavorare ma che forniscono una solida base di partenza per rafforzare la cooperazione in questa particolare area.
Al webinar, che è stato aperto dai saluti degli ambasciatori d’Italia in Argentina, Fabrizio Lucentini, in Paraguay, Paolo Campanini, e in Uruguay, Giovanni Iannuzzi, sono intervenuti Emanuela Ciccolella dell’Ufficio Tecnologia Industriale, Energia e Ambiente – ICE-Agenzia Roma e il direttore dell’Ufficio ICE di Buenos Aires, Gianni Loreti. (aise)