Cultura e comunità a New York: i primi incontri del console generale Di Michele

NEW YORK\ aise\ - Da tre settimane a New York, il nuovo Console generale Fabrizio Di Michele ha incontrato nei giorni scorsi rappresentanti delle associazioni italo-americane, ma anche docenti e lettori di italiano.
“Gli italoamericani hanno giocato un ruolo cruciale nella storia sociale e culturale di New York e Tristate, mantenendo sempre un forte attaccamento alle loro radici italiane”, scrive Di Michele su facebook. “Non vedo l'ora di incontrare tutte le Associazioni del Tristate”, al termine del primo giro di incontri con i rappresentanti dell’Italian American Museum, dell’Italian Culture Commitee, del Noiaw e del John D Calandra Italian American Institute. Nelle scorse settimane, Di Michele si era collegato online con il Gei.
Accolti in sede, in una diversa occasione, anche docenti e i lettori di italiano del Tristate: “la promozione della lingua italiana è una priorità delle istituzioni ed un impegno condiviso”, il commento del Console generale che, in questi giorni a New York, ha visitato anche la Libreria Rizzoli e il Center for Italian Modern Art (CIMA). (aise)