L’AMBASCIATRICE BASILE ALLA CERIMONIA DI COMMEMORAZIONE DELLA TRAGEDIA MINERARIA DI MARCINELLE

L’AMBASCIATRICE BASILE ALLA CERIMONIA DI COMMEMORAZIONE DELLA TRAGEDIA MINERARIA DI MARCINELLE

BRUXELLES\ aise\ - L’Ambasciatrice d’Italia in Belgio, Elena Basile, ha partecipato questa mattina all’omaggio simbolico, in formato ridotto per la prima volta da 64 anni a causa della pandemia, per commemorare la tragedia mineraria di Marcinelle dell’8 agosto 1956, dove come è noto, persero la vita 262 minatori, di cui 136 italiani.
La delegazione italiana è stata guidata dall’Ambasciatrice Basile, e vi hanno partecipato le associazioni dei minatori e i familiari delle vittime, nonché i rappresentanti dell'organizzazione "Le Bois du Cazier". Alle ore 8.10 la campana di Maria Mater Orphanorum ha suonato 262 rintocchi intervallati dalla lettura dei nomi delle vittime. In seguito la lettura de messaggio del Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, da parte dell’Ambasciatrice Basile.
“Anche quest’anno - ha dichiarato l’Ambasciatrice Basile - la cerimonia al Bois du Cazier è particolarmente commovente. Il ricordo del sacrificio dei minatori spinge a dedicare un pensiero anche alle vittime del Covid-19 e agli operatori sanitari che hanno perso la vita nell’esercizio del loro lavoro. Marcinelle incarna anche quest’anno la speranza di una società migliore dove il lavoro sia protetto e tutelato”.
Sono state infine deposte corone di fiori a nome del Presidente della Repubblica Italiana, del Presidente della Camera dei deputati e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. (aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi