Metz: partito il ciclo di concerti del barocco ebraico

METZ\ aise\ - È partita la tournée organizzata dal Consolato Generale d'Italia a Metz e dall’Istituto Italiano di Cultura a Strasburgo dell’Ensemble “Salomone Rossi” che propone un ciclo di concerti dal titolo “Fiori musicali del barocco ebraico”. Dopo le prime due tappe al Conservatorio di Charleville-Mézières e alla Sinagoga di Nancy, la tournée approderà il 19 ottobre alla Sinagoga di Metz, il 20 e il 21 rispettivamente a quelle di Haguenau e Mulhouse.
Si tratta di un repertorio di brani e melodie dei secoli XVI, XVII e XVIII della tradizione israelita e di compositori che da essa trassero ispirazione. Salomone Rossi (1570-1630) fu un illustre membro della comunità ebraica di Mantova, dalla quale non si allontanò mai. Esecutore e compositore presso i Gonzaga, venne esonerato dall’indossare il segno distintivo giallo obbligatorio per gli ebrei e collaborò in varie occasioni con Claudio Monteverdi per gli spettacoli teatrali organizzati per la corte.
L’Ensemble che prende il suo nome è stato fondato da Lydia Cevidalli nel 1991, è formato da Nicolò Balducci (sopranista), Lydia Cevidalli e Jamiang Santi (violino e viola), Thomas Chigioni (violoncello) e Giovanni Togni (clavicembalo). La tournée è organizzata in collaborazione con il Comune di Charleville Mézières; i Concistori Israeliti del Basso e dell'Alto Reno; le Comunità Israelite di Metz, Mulhouse, Nancy e Verdun; il Centro Mondiale della Pace, delle Libertà e dei Diritti Umani di Verdun; il Conservatorio Ardenne Métropole di Charleville Mézières e il Conservatorio Regionale di Metz; l’Associazione Amici dell’Università Ebraica di Gerusalemme. (aise)