"MIRADAS DE AMERICA LATINA": INAUGURATA A MONTEVIDEO LA MOSTRA FOTOGRAFICA DI GRAZIANO BARTOLINI

"MIRADAS DE AMERICA LATINA": INAUGURATA A MONTEVIDEO LA MOSTRA FOTOGRAFICA DI GRAZIANO BARTOLINI

MONTEVIDEO\ aise\ - Nella suggestiva cornice di Palazzo Santos, sede del Ministero degli Esteri dell’Uruguay, si è svolta il 21 agosto, alla presenza di circa una cinquantina di persone tra cui rappresentanti del Corpo Diplomatico e della comunità locale, l’inaugurazione della mostra fotografica "Miradas de America Latina" dell’autore italiano Graziano Bartolini.
L’esposizione è stata allestita dall’Istituto Italiano di Cultura di Montevideo e dall’Ambasciata di Italia con la collaborazione della Direzione Generale per gli Affari Culturali del Ministero degli Esteri uruguaiano.
Dopo il saluto di benvenuto del direttore generale per gli Affari Culturali, ambasciatore Ricardo Varela, ha preso la parola l’ambasciatore di Italia in Uruguay, Gianni Piccato, il quale ha sottolineato come la mostra sia stata il frutto della collaborazione culturale non solo tra l’Italia e l’Uruguay ma anche con tutta l’America Latina.
In seguito, il fotografo, dopo aver ricordato la sua personale amicizia con lo scrittore e giornalista uruguaiano Eduardo Galeano, dal cui libro "Las venas abiertas de América Latina" sono stati tratti alcuni brani che accompagnano le fotografie, ha spiegato la genesi delle sue opere.
Le foto, scattate nell’arco di 25 anni, mostrano scene di vita quotidiana e molti ritratti. Attraverso la vista di tali opere lo spettatore percorre un tour dell’America Latina: dai paesaggi dei villaggi andini alle persone che ballano il tango a Buenos Aires passando per i bar di Montevideo. Risulta talmente coinvolto dalle immagini che gli sembra di conoscere direttamente i soggetti ritratti, sempre con il loro consenso, assicura Bartolini, in quanto "le persone devono essere coscienti di quello che gli capita". È come se le persone raffigurate si presentassero direttamente all’osservatore e non al fotografo. È come se la lente della fotocamera fosse venuta meno, come se non esistesse un filtro. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi