PARTITA DA HOUSTON LA SERIE DI WEBINAR #WEAREISSNAF

PARTITA DA HOUSTON LA SERIE DI WEBINAR #WEAREISSNAF

HOUSTON\ aise\ - È cominciata a Houston la serie di Webinar #WeareISSNAF organizzati dalla Italian Scientists and Scholars in North America Foundation (ISSNAF) in collaborazione con l'Ambasciata e la rete diplomatico-consolare italiana negli USA.
La nuova serie si prefigge di affrontare temi specifici ma importanti nel panorama scientifico odierno attraverso conversazioni con scienziati e ricercatori appartenenti al network ISSNAF negli Stati Uniti.
Il primo evento della serie è stato aperto da Federico Ciattaglia, console generale d'Italia a Houston, che ha ospitato l'intervento del professor Giuliano Testa, direttore del Centro Trapianti Simmons, del Centro Medico dell'Università Baylor, che ha parlato del trapianto dell'utero quale nuova frontiera della lotta contro l'infertilità. Nel corso del suo intervento il professor Testa ha ripercorso le tappe che hanno portato allo sviluppo del trapianto di fegato e descritto le caratteristiche di questa nuova tecnica per curare l'infertilità dovuta alla mancanza dell'utero. La conversazione con il Professor Testa è stata moderata dalla giornalista dell'AGI, Rita Lofano.
Il console generale ha ricordato quanto sia "profonda l'impronta lasciata dalla comunità italiana, specie in campo scientifico, nella città texana". In tutte le maggiori università, ospedali e centri di ricerca di Houston "gli italiani ricoprono incarichi di rilievo fondamentale e contribuiscono con il loro lavoro giornaliero a promuovere l'immagine di un Paese da sempre all'avanguardia".
La presidente di ISSNAF, Cinzia Zuffada, ha sottolineato "l’opportunità di arricchimento culturale rappresentata da questa serie di webinar in cui membri di ISSNAF di alto profilo condividono il loro percorso e la loro esperienza con il pubblico".
I prossimi appuntamenti della serie saranno a Philadelphia il 7 ottobre, a San Francisco a fine ottobre, a New York il 10 novembre e a dicembre. A Philadelphia si parlerà delle tante scoperte nei trent'anni di attività del telescopio Hubble Space con Antonella Noto; a San Francisco di musica, arte e della capacità di "vedere" l'invisibile con Claudio Pellegrini di Stanford; a New York la conversazione a novembre verterà sull'uso di dati legati al clima nella ricerca storica con Nicola di Cosmo dell'Institute of Advanced Studies dell'Henry Luce Foundation in New Jersey e a dicembre sulla ricerca nel campo della genetica per curare alcuni rari disordini cerebrali con Chiara Manzini della Rutgers-Robert Wood Johnson Medical School, New Brunswick NJ. (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli