“Simply Great Italian Wines”: a HCMC masterclass e degustazione guidata di Prosecco e Chianti

HCMC\ aise\ - Nel 2020, con oltre 11 milioni di euro di vino esportato e una quota di mercato del 25,6 per cento, l’Italia è diventata il principale fornitore del Vietnam, superando per la prima volta Francia e Cile. L’import vietnamita di spumanti italiani, in particolare, è cresciuto del 3,5 per cento rispetto al 2019, con un valore di quasi 4 milioni di euro.
Questi ottimi risultati, certificati dall’ICE, hanno fatto da sfondo alla manifestazione “Simply Great Italian Wines” di masterclass e degustazione guidata di Prosecco e Chianti, commissionata da International Exhibition Management all’Ufficio ICE di HCMC, con il sostegno del Consolato Generale d’Italia e la partecipazione dei Consorzi di Tutela del Prosecco DOC e del Vino Chianti.
Oltre trenta operatori del settore, importatori, distributori, influencer del settore del vino, guidati dal presidente della Saigon Sommelier Association Tu Le Huy e dall’ambasciatore del vino Chianti Luca Alves, collegato da Firenze, hanno quindi potuto compiere un percorso degustativo e conoscitivo di due dei vini più rappresentativi del nostro paese, di crescente popolarità a livello mondiale.
L’evento ha consentito di fare il punto sui traguardi ottenuti dal Prosecco e dal Chianti, vere e proprie espressioni in bottiglia dei bellissimi territori che rappresentano (come la Val d’Orcia e le Colline di Conegliano-Valdobbiadene, entrambi patrimonio mondiale dell’UNESCO), e sulla loro diffusione in Vietnam, dove il rallentamento da Covid-19 del settore dell’ospitalità non ha impedito i progressi nei consumi della crescente classe media del paese e dove ulteriore crescita è attesa grazie all’avvicinamento al vino delle fasce giovanili e femminili, alle nuove forme di vendita come l’e-commerce, e alle riduzioni tariffarie derivanti dall’accordo di libero scambio tra Unione Europea e Vietnam. (aise)