Sofia: l’ambasciatrice Zarra inaugura in Residenza la mostra “Calvino qui e altrove”

SOFIA\ aise\ - L’ambasciatrice d’Italia a Sofia, Giuseppina Zarra, ha inaugurato ieri, insieme alla direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura, Maria Mazza, con un ricevimento nei giardini della Residenza, la mostra “Calvino qui e altrove”. All’inaugurazione sono intervenuti rappresentanti del mondo letterario e culturale bulgaro, delle istituzioni scolastiche e universitarie dove si insegna anche la lingua italiana e degli altri Istituti di cultura.
L’esposizione, visitabile liberamente negli spazi esterni dell’Ambasciata lungo la via pedonale Parizh fino al 10 dicembre, è stata organizzata su iniziativa del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Italiana, della Fondazione Mondadori e del Laboratorio Calvino, in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Sofia e l’Istituto Italiano di Cultura di Sofia, in occasione del centesimo anniversario della nascita di Italo Calvino.
Italo Calvino è considerato sul piano internazionale uno dei maggiori scrittori italiani della seconda metà del Novecento, tradotto in oltre 45 lingue in oltre 64 Paesi. Questa mostra ripercorre le tappe della straordinaria fortuna internazionale di Calvino: essa offre in otto pannelli un itinerario visivo attraverso le copertine dei libri più celebri di Calvino, ricostruendo il viaggio delle sue opere nel mondo. Un nono pannello allestito per la mostra in Bulgaria presenta la fortuna letteraria di Calvino nel Paese. Ciascuno dei pannelli è dedicato a un’opera distinta di Calvino, contenendo citazioni, gli incipit e i finali delle opere. Le copertine riprodotte sono in molti casi di volumi di difficile reperimento e provengono dal patrimonio del Laboratorio Calvino e della Biblioteca Nazionale di Sofia.
La curatrice della versione bulgara della mostra è Daria Karapetkova. (aise)