Successo di pubblico per i concerti del violinista italiano Giuseppe Gibboni all’Ambasciata d’Italia a Brasilia

BRASILIA\ aise\ - Una magistrale interpretazione di “Le Quattro Stagioni” di Vivaldi, bissata dal “Capriccio n. 5” di Paganini, presso la Sala Nervi dell’Ambasciata ha coronato i due giorni di concerti del giovane violinista italiano Giuseppe Gibboni nella capitale brasiliana, finanziati dall’Ambasciata d’Italia a Brasilia nell’ambito delle iniziative istituzionali italiane per celebrare il Bicentenario dell’Indipendenza del Brasile.
Il virtuoso italiano, vincitore del prestigioso Premio Paganini ed indicato dal Presidente della Repubblica Italiana, Sergio Mattarella, quale “esempio per i giovani”, si è esibito con l’Orchestra Sinfonica del Teatro Nazionale “Claudio Santoro” di Brasilia, diretta dal Maestro Claudio Cohen, in due serate d’eccezione dinanzi al pubblico brasiliense, il 20 settembre al Teatro Plínio Marcos dell’Eixo Ibero-Americano ed il 21 settembre nella Sala Nervi dell’Ambasciata d’Italia.
La tappa di Brasilia precede quella odierna presso la Capela Santa Maria Espaço Cultural di Curitiba, dove Gibboni replicherà “Le Quattro Stagioni” insieme all’Orchestra da Camera della capitale dello stato di Paranà, grazie al supporto del Consolato Generale d’Italia a Curitiba.
Una registrazione del concerto presso l’Ambasciata è disponibile sul canale YouTube dell’Ambasciata a questo link. (aise)