UNHCR E TEATRO DELL’ARGINE INSIEME A SOSTEGNO DEL PROGETTO ACTING TOGETHER #WITHREFUGEES 2

UNHCR E TEATRO DELL’ARGINE INSIEME A SOSTEGNO DEL PROGETTO ACTING TOGETHER #WITHREFUGEES 2

BOLOGNA\ aise\ - Giovedì 15 e venerdì 16 novembre 2018 all’ITC Studio di San Lazzaro di Savena, Bologna, il Teatro dell’Argine e UNHCR - Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati organizzano una sessione di networking nazionale su arte e dialogo interculturale, nell'ambito del progetto Acting Together #WithRefugees 2.
Una due giorni per incontrarsi, per conoscersi, per fare il punto su competenze e risorse, su pratiche ed esperienze di chi lavora, nel settore delle arti, insieme a persone rifugiate, richiedenti asilo e migranti. Un’occasione per imparare gli uni dagli altri, per confrontare punti di forza e criticità, per stringere alleanze che rinforzino le singole azioni sui vari territori locali.
La sessione sarà così strutturata: breve racconto in parole e video del progetto Acting Together #WithRefugees 1, in particolare dell’azione training for trainers, comprendente una sintesi delle esperienze, pratiche e metodologie del Teatro dell’Argine; racconto e condivisione dei progetti, delle esperienze e delle pratiche dei partecipanti da tutta Italia; elaborazione di macro temi e questioni emerse dai racconti precedenti, che diventeranno materia di discussione e approfondimento nei tavoli di lavoro.
Acting Together #WithRefugees 2 rappresenta l’allargamento a livello nazionale di alcune azioni del progetto Acting Together #WithRefugees 1, realizzato nel corso della stagione 2017-2018 dal Teatro dell’Argine, con il supporto di UNHCR - Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati.
Il progetto originario comprendeva attività laboratoriali, scambi e sessioni di formazione per i formatori sul territorio dell’area metropolitana bolognese; in questo caso, si partirà con una condivisione dei risultati del primo progetto, per poi procedere a un racconto di pratiche, processi ed esperienze realizzate da realtà diffuse su tutto il territorio nazionale, quindi all’elaborazione congiunta di temi e questioni cruciali per i più, che diventeranno materia per dei tavoli di lavoro.
Oltre agli obiettivi di conoscenza, formazione e training, l’idea è che questa sessione di confronto e lavoro comune possa rappresentare un primo passo verso la costruzione di una rete di alleanze a livello nazionale, per la realizzazione di attività comuni, per la condivisione di modalità, criticità, problemi e soluzioni, per essere più efficaci nell’impegno quotidiano, per sentirsi meno soli.
"Questa sessione di networking nazionale", spiegano dal Teatro dell’Argine, "si propone di mettere insieme, far conoscere, confrontare e stimolare fra loro, le realtà teatrali e artistiche che in Italia lavorano nelle medesime zone di confine, mosse da obiettivi analoghi e con strumenti simili. Perché l’enorme ricchezza di visione e di competenze di questa parte della società civile possa emergere, darsi forza, e dare infine un contributo alla creazione di legami, intrecci, incroci fruttuosi, che non sono solo degli artisti, sono di tutti e tutte".
Alla due giorni parteciperanno realtà da tutta Italia che, a diverso titolo, si occupano di teatro, arte, culturale, sociale e migrazione in diversi contesti.
Per ulteriori informazioni sul progetto è possibile visitare il sito Internet del progetto a questo link. (aise)


Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi