UNO SPACCATO DELLA SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA

UNO SPACCATO DELLA SETTIMANA DELLA LINGUA ITALIANA

ROMA – focus/ aise - Un ricco programma di eventi quello in programma all’Istituto Italiano di Cultura ad Amsterdam in occasione della Settimana della Lingua Italiana nel Mondo che, giunta alla XIX, è dedicata quest’anno al tema “L’Italiano sul palcoscenico".
Oggi, alle 20.00, per il ciclo “Leggendo ad alta voce”, l’Istituto ospiterà l’incontro con gli scrittori Giuseppe Conte e Marino Magliani. Il primo presenterà il suo libro "I Senza cuore" (Giunti Editore, Milano 2019), Magliani il suo "Prima che te lo dicano altri" (Editore Chiarelettere, Milano 2018). Interverranno Robert Fagel e il regista Simone Caridi che leggerà pagine tratte da entrambi i romanzi.
Domani, sempre alle 20.00, Giorgio Rosso Cicogna presenterà in Istituto "Oltre Trieste. Storie di famiglia e di vita vissuta (un secolo attraverso molte frontiere)" (LEG edizioni, 2018). Seguirà una lettura teatrale di pagine tratte dal libro.
Mercoledì 23, alle 20.00, toccherà a Giorgio Montefoschi presentare il libro "La casa del padre" (Mondadori, 2017) e, in anteprima, del libro "Desiderio" (Mondadori) di prossima pubblicazione.
Il giorno seguente, giovedì 24, Montefoschi dalle 15.15 alle 16.30 sarà protagonista del ciclo “Scrittura e scrittori” della Cattedra di Italianistica dell’Università Utrecht (Drift 23, Utrecht). In questa occasione, l’Autore parlerà sia dei proprî romanzi sia degli scrittori a lui più cari - da Bassani a Morante a Cassola - tra cui quelli tradotti.
Venerdì 25 si torna in Istituto, sempre alle 20, per “Ricordando Andrea Camilleri”, presentazione della traduzione in olandese de "La Caccia al Tesoro" (Sellerio, Palermo 2010). Durante la serata dedicata al grande scrittore italiano recentemente scomparso interverranno Gandolfo Cascio, Professore di Letteratura Italiana presso la Cattedra di italianistica dell'Università di Utrecht, Silvia Terribili, che leggerà qualche brano dal romanzo "La caccia al tesoro" e la traduttrice Hilda Schraa che leggerà i medesimi passi da Jacht op de schat.
Si chiude sabato 26, alle 20.00 al Podium Mozaïek di Amsterdam con la rappresentazione teatrale dell’opera di Roberto Caradonna "Chi è il mostro? Breve rivisitazione semi-illustrata sul mito di Pasifae e Asterio, il minotauro". La Settimana della lingua italiana nel mondo verrà celebrata anche a Belgrado dove l’Istituto italiano di cultura ha organizzato diversi eventi.
Si comincia oggi con la presentazione del libro “Malaparte, vite e leggende” alla presenza dell’autore Maurizio Serra, diplomatico e scrittore. Organizzata dalla casa editrice “Sluzbeni glasnik” che ne ha curato l’edizione in serbo pubblicata nel 2019, in collaborazione con l’IIC, la presentazione inizierà alle 17.00 nell’ambito della 64a edizione della Fiera del libro di Belgrado.
La vita incredibile di Curzio Suckert detto Malaparte (1898-1957) viene raccontata in questa nuova biografia di Maurizio Serra basata su un'ampia documentazione inedita e su corrispondenze e testimonianze nuove raccolte dall’autore.
Sempre oggi, alle 19.30 Concerto di Gala presso l’Opera e il Teatro Madlenianum. Partecipano Donata D’Annunzio Lombardi (soprano), Branislava Podrumac (soprano), Angelo Fiore (tenore) e Nikola Mijailovic (baritono) sotto la direzione del Maestro Alberto Veronesi.
Il concerto si inserisce nella cornice delle celebrazioni dei 140 anni dallo stabilimento di relazioni diplomatiche tra l’Italia e la Serbia e i 10 anni dall’istituzione del partenariato strategico tra Roma e Belgrado.
Mercoledì 23 alle 20 l’Istituto ospiterà lo spettacolo teatrale ispirato alla novella “Chichibio e la gru” tratta dal Decameron di Giovanni Boccaccio a cura di un gruppo di studenti del Terzo liceo di Belgrado.
Giovedì 24 presso il Dipartimento di Italianistica della Facoltà di Filologia dell’Università di Belgrado, alle 12.00, conferenza “Il vocabolario Zingarelli, "palcoscenico" della lingua italiana da Dante al selfie” a cura di Mario Cannella, curatore del vocabolario Zingarelli.
Ancora teatro il 30 ottobre: “Leonardo Da Vinci. L’opera nascosta” il titolo dello spettacolo di Michele Santeramo con la regia di Gianluca Barbadori, in programma alle 20.30 presso il Teatro dei giovani a Novi Sad.
La prima dello spettacolo ha avuto luogo il 5 ottobre scorso presso il Teatro Bitef di Belgrado. Lo spettacolo nasce in Italia come un monologo ma per la sua costruzione drammaturgica si presta anche alla messa in scena con più attori. Per questo motivo nella versione che viene presentata in Serbia in scena ci sono un attore ed un’attrice, Maja Susa e Zoltan Molnar.
Durante la Settimana sono previsti incontri con gli studenti con proiezioni di film italiani presso la Facoltà di Filosofia dell’Università di Novi Sad.
È stato inoltre avviato un concorso online intitolato “L’italiano sul palcoscenico” promosso sulle piattaforme social dell’IIC Belgrado (Facebook, Instagram e Twitter). Il concorso è aperto a tutti e prevede l’invio di un breve filmato (della durata non superiore a 30 secondi) o di un testo (fino a 200 parole) in italiano o in serbo sul tema “L’italiano sul palcoscenico”. Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e il Patrocinio dell’Ambasciata d’Italia a Varsavia, in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, con l’Ambasciata Svizzera in Polonia, coi Consolati Onorari d’Italia a Cracovia e Wroclaw, col Comitato Dante Alighieri di Katowice e col Centro di Cultura Italiana di Bielsko-Biala, anche l’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia ha organizzato una serie di eventi lungo l’intera settimana.
La settimana si apre oggi, alle 18.30 all’Istituto Italiano di Cultura di Cracovia, con la presentazione del libro su Gustaw Herling Grudzinski, di Alessandro Aires, con la partecipazione dell'autore e di Józef Opalski.
Martedì, invece, alle ore 11.00 si svolgerà un’incontro sul teatro contemporaneo italiano con la partecipazione degli artisti, coordinato da Stefano Deflorian, presso l’Università Pedagogica di Cracovia. Mentre. Sempre martedì, verrà presentato, nella sede dell’IIC di Cracovia alle 18.00, il libro “Addio Fantasmi”, di Nadia Terranova, con la partecipazione di Paolo Repetti della casa editrice Einaudi.
Alle ore 20.00 di mercoledì andrà in scena lo spettacolo teatrale “Reality” di Daria Deflorian e Antonio Tagliarini, presso il teatro Krakowska Opera Kameralna. Ancora mercoledì alle 19.30 sarà inaugurata la Mostra sulle edizioni delle opere di Niccolò Machiavelli, a cura del prof. Alessandro Campi dell’università di Perugia, sempre presso l’IIC di Cracovia.
Venerdì, 25 ottobre, avrà luogo il convegno: “Europa, nazioni e nazionalismi nei secoli XIX e XX”, in collaborazione con l'Università pedagogica di Cracovia, Jagellonica di Cracovia, di Foggia, di Rzeszów, di Perugia, di Napoli – Federico II, presso l’aula Danka dell’Università Pedagogica di Cracovia. Sempre il 25, alle ore 19.00 nella sede dell’IIC di Cracovia verrà proiettato il film “Frontaliers disaster” di Alberto Meroni. E alle ore 20.00 ci sarà il concerto “I sensi della vita” del trio Lamia Beugue, Christina Harnisch e Romano Pucci, al Klub Adwokatów.
Nel week end sono previsti alle 19.30 di sabato 26 ottobre lo spettacolo teatrale “Medea”, con Clara Galante e accompagnamento al piano della maestra Cinzia Pennesi, con la regia di Alessio Pizzech, al Szkona Muzyczna di Cracovia. Mentre in chiusura, il 27 ottobre, alle ore 18.00 ci sarà il concerto del pianista Gianluca Luisi nell’ambito del festival “Piano Classic”, al Muzeum Sukiennice, Rynek Glówny. (focus/aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi