IL MADE IN ITALY NEL MONDO

IL MADE IN ITALY NEL MONDO

ROMA – focus/ aise – Venerdì scorso il Ministro brasiliano dell’Economia, Paulo Guedes, ha incontrato le imprese italiane nel corso di un evento promosso dall’Ambasciata d’Italia a Brasilia organizzato presso il Consolato Generale d’Italia a Rio de Janeiro. In questa occasione, Graziano Messana (Managing Partner, GM Venture) ha presentato la guida “Doing Business in Brasile” a cura di Ambasciata d’Italia, GM Venture e KPMG. Carlos Pio (Secretário Executivo da Câmara de Comércio Exterior) ha invece illustrato la politica del Governo brasiliano in materia di attrazione degli investimenti esteri e commercio internazionale. Sempre in Sud America, ma stavolta in Argentina, per la precisione a Buenos Aires, l’Ambasciata d’Italia e l’agenzia ICE hanno organizzato, negli stessi giorni, il “Forum economico bilaterale Italia-Argentina per le PMI e start up innovative". Cinque i settori focus - meccanica, agroindustria, energie rinnovabili – della due-giorni che sarà ospitata nell’Auditorium Manuel Belgrano e a Palacio San Martin della Cancilleria Argentina. Ad aprire i lavori la mattina del 13 giugno sono stati il Ministro degli Affari Esteri argentino, Jorge Faurie e l’Ambasciatore d’Italia in Argentina, Giuseppe Manzo. Dopo l’intervento del Viceministro degli Affari Esteri, con delega per gli Affari Economici Internazionali, Horacio Reyser Travers, i lavori sono entrati nel vivo con il primo tavolo dedicato al tema “Innovazione produttiva, commercio e strumenti finanziari” con interventi di rappresentanti del Ministero Lavoro argentino e dello Sviluppo economico italiano e della Sace.
Cambiamo completamente polo geografico e ci spostiamo a Jerevan, in Armenia, dove si è registrato un grande successo per il primo Business Forum Italia-Armenia, che ha visto la partecipazione del Primo Ministro Nikol Pashinyan e del Ministro dell'Economia Tigran Khachatryan. L'iniziativa promossa dall'Associazione nazionale costruttori edili (ANCE) e dall'Oice è stata organizzata dall'Ambasciata italiana a Yerevan e dall'Agenzia ICE. Il Primo Ministro armeno, nel suo intervento ha rivolto un invito a tutti gli imprenditori italiani presenti a cogliere le opportunità offerte dallo sviluppo in atto nel paese e a essere parte attiva della sua ascesa economica, sottolineando come essa sia una priorità del Governo, sostenuta finanziariamente anche dalle principali istituzioni internazionali (UE, ADB, BERS, BEI, UNDP).
La nutrita partecipazione di aziende alla sessione dei B2B e B2G (circa 200 incontri previsti) a margine del Forum è senz'altro un segno tangibile del rilevante interesse a creare nuove partnership in questo mercato, ha sottolineato l'Ambasciatore italiano Vincenzo Del Monaco intervenendo ai lavori del Forum. L'Armenia, a dispetto delle sue dimensioni può essere considerata, a pieno titolo, una nazione globale grazie ad una numerosissima ed influente comunità di espatriati ed è stata definita "Paese dell’anno” dalla rivista The Economist quale destinazione di investimenti esteri.
Il Consigliere Vincenzo Ercole Salazar Sarsfield della Farnesina, che ha guidato la delegazione imprenditoriale, ha sottolineato come le imprese italiane abbiano diverse carte da giocare in Armenia per collaborazioni win-win nei settori oggetto del Forum: connettività, efficienza energetica, waste management, smart citie, trasporto urbano e recupero del patrimonio storico. In occasione del Business Forum, è stato sottoscritto un Memorandum d'Intesa tra l'ANCE e l'Associazione armena dei costruttori per portare avanti le future collaborazioni tra i costruttori dei due Paesi. (focus\ aise) 

Newsletter
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli
Archivi