GREEN DEAL EUROPEO: LA DIRETTIVA SULLE EMISSIONI INDUSTRIALI RIDUCE L'INQUINAMENTO MA PUÒ ESSERE MIGLIORATA

GREEN DEAL EUROPEO: LA DIRETTIVA SULLE EMISSIONI INDUSTRIALI RIDUCE L

BRUXELLES\ aise\ - La Commissione europea ha presentato ieri, 23 settembre, una valutazione, basata su una serie di studi, delle misure europee di lotta contro l'inquinamento prodotto dai grandi impianti industriali. La valutazione sottolinea che la direttiva relativa alle emissioni industriali ha svolto un ruolo importante nella riduzione delle emissioni inquinanti dell'industria, in particolare nell'atmosfera, ma che il suo contributo alla decarbonizzazione e alla transizione verso l'economia circolare è stato più limitato.
Il suo modello di governance, basato sull’elaborazione di norme ambientali insieme agli Stati membri, all'industria e alle ONG che si occupano di ambiente, ha avuto grande successo.
Virginijus Sinkevicius, commissario per l'Ambiente, gli oceani e la pesca, ha dichiarato che "La direttiva relativa alle emissioni industriali sta conseguendo il suo obiettivo, che consiste nel proteggere la salute umana e nel contribuire ad un'aria e ad un ambiente più sani. Può però ancora essere migliorata. Con il Green Deal europeo e il piano d'azione per l'inquinamento zero abbiamo obiettivi ambiziosi e il prossimo anno", ha annunciato il commissario, "riesamineremo le misure dell’UE contro l’inquinamento provocato dai grandi impianti industriali".
Tra le aree suscettibili di miglioramento figurano l'ampliamento della copertura settoriale, il miglioramento delle disposizioni chiave relative all'autorizzazione e al controllo degli impianti industriali e la garanzia di un maggiore accesso alle informazioni ambientali e di una partecipazione più attiva dei rappresentanti della società civile al processo decisionale relativo alle autorizzazioni.
L'obiettivo della revisione è progredire verso l'obiettivo di inquinamento zero dell'UE di conseguire un ambiente privo di sostanze tossiche e sostenere le politiche in materia di clima, energia ed economia circolare. Nelle prossime settimane sarà aperta una consultazione pubblica sul sito web della Commissione. La revisione riguarderà sia la direttiva relativa alle emissioni industriali sia il regolamento sul registro europeo delle emissioni e dei trasferimenti di sostanze inquinanti (E-PRTR), che è strettamente correlato con la direttiva e che consente al pubblico di accedere facilmente alle informazioni sulle emissioni di inquinanti nell'ambiente da parte dei principali impianti industriali dell’UE. L'obiettivo è migliorare i dati raccolti e agevolarne l'accesso al pubblico. (aise)


Newsletter
Rassegna Stampa
 Visualizza tutti gli articoli
Notiziario Flash
 Visualizza tutti gli articoli