Immigrazione e rimpatri: Frontex affianca la polizia italiana all’aeroporto di Fiumicino

ROMA\ aise\ - Una squadra specializzata di Forced Return Escort and Support Officers (FRESO) del "corpo permanente" (Standing corps) di Frontex, l'Agenzia europea della Guardia di frontiera e costiera, da questi giorni affianca nell'aeroporto Leonardo da Vinci di Roma, a Fiumicino, gli operatori della direzione centrale Immigrazione e Polizia delle frontiere della Polizia di Stato nelle operazioni collegate ai controlli documentali, alla sorveglianza delle frontiere, alle attività della Guardia costiera e alle procedure di identificazione e rimpatrio.
A renderlo noto è stato il Ministero dell’Interno, che ha specificato, attraverso una nota di ieri, che lo scalo capitolino è il primo, nell'ambito dell'Unione europea, come sottolineato anche dalla Polizia di Stato, nel quale opera una squadra Frontex specializzata in rimpatri. Composta da 10 operatori e un coordinatore, collabora, con il coordinamento della Polizia, nelle operazioni di transito e rimpatrio degli stranieri destinatari di misure di allontanamento adottate dall’Italia o da altri Stati membri.
I suoi operatori, prima di affiancare la Polizia delle frontiere, vengono formati online e poi seguono un corso presso l'Istituto per ispettori della Polizia di Stato di Nettuno (Roma).
In via eccezionale, ha spiegato il dipartimento di Pubblica Sicurezza, la squadra Frontex può essere impiegata in operazioni di scorta a bordo degli aerei. (aise)