La Commissione lancia una consultazione pubblica per la valutazione della direttiva sui diritti delle vittime

BRUXELLES\ aise\ - La Commissione europea ha lanciato questa settimana una consultazione pubblica per raccogliere dati, informazioni ed esperienze riguardo all'applicazione della direttiva sui diritti delle vittime, cioè il principale strumento dell'UE che si applica alle vittime di qualsiasi reato.
La direttiva è entrata in vigore nel 2015 e la sua valutazione attualmente in corso (nell’ambito della quale rientra la consultazione pubblica) è una delle azioni chiave in base alla strategia dell'UE sui diritti delle vittime.
"Ogni anno milioni di persone nell'Unione europea sono vittime di reati. La direttiva sui diritti delle vittime garantisce loro di avere accesso alla giustizia e di essere trattate con rispetto”, ha ricordato Didier Reynders, Commissario per la Giustizia. “Invito chiunque desideri partecipare alla consultazione pubblica a farlo. In tal modo avremo un quadro chiaro dell'efficacia della direttiva negli ultimi cinque anni”.
La direttiva rafforza notevolmente il diritto delle vittime e dei loro familiari a informazioni, assistenza e protezione e rafforza i diritti procedurali delle vittime nei procedimenti penali. Inoltre impone agli Stati membri dell'UE di fornire una formazione adeguata alle esigenze delle vittime a coloro che hanno maggiori probabilità di entrare in contatto con le vittime a titolo professionale.
La consultazione pubblica è aperta a tutti. Durerà 14 settimane e terminerà il 25 ottobre 2021. Per accedere alla consultazione pubblica basta cliccare qui. (aise)