Nuovo programma Erasmus+: maggiore cooperazione transnazionale tra le università in Europa

BRUXELLES\ aise\ - La Commissione europea ha pubblicato in queste ore un nuovo invito a presentare proposte nell’ambito di Erasmus+ al fine di sperimentare un marchio di diploma europeo congiunto e testare strumenti di cooperazione istituzionalizzata dell'UE, quale un eventuale statuto giuridico per le alleanze, come annunciato nella strategia europea per le università. Queste iniziative faro della strategia mirano ad agevolare una più profonda cooperazione transnazionale tra gli istituti di istruzione superiore in Europa. L’invito a presentare proposte, aperto e competitivo, dispone di un bilancio totale di 2 milioni di €.
"Con questo progetto pilota Erasmus+ miriamo a progredire sulle iniziative faro della strategia europea per le università e a fare avanzare la cooperazione transnazionale – ha detto Mariya Gabriel, Commissaria per l'Innovazione, la ricerca, la cultura, l'istruzione e i giovani -. Intendiamo sviluppare una dimensione realmente europea nel settore dell'istruzione superiore, basata su valori condivisi a vantaggio di studenti, personale e istituti superiori. Incoraggiamo la più ampia comunità dell'istruzione superiore a partecipare".
Il marchio di diploma europeo congiunto sarà rilasciato come certificato complementare al titolo che gli studenti conseguono attraverso programmi congiunti erogati nel contesto della cooperazione transnazionale tra diversi istituti di istruzione superiore. La sperimentazione di strumenti di cooperazione istituzionalizzata dell'UE, quale un eventuale statuto giuridico per le alleanze, sosterrà la valutazione degli strumenti europei esistenti per facilitare una cooperazione transnazionale più profonda, a lungo termine e flessibile tra gli istituti di istruzione superiore.
L'obiettivo è offrire alle alleanze la possibilità, su base volontaria, di agire insieme, prendere decisioni strategiche comuni, sperimentare assunzioni congiunte, elaborare programmi di studio congiunti o mettere in comune risorse e capacità umane, tecniche, di dati, di istruzione, di ricerca e di innovazione.
Il termine ultimo per la presentazione delle candidature è il 6 ottobre. Il 28 giugno è prevista una sessione informativa online per i candidati. (aise)