Ue e Colombia rafforzano le relazioni bilaterali

BRUXELLES\ aise\ - L'UE e la Colombia hanno concordato questa settimana un "Memorandum d'intesa sull'agenda per il rafforzamento del dialogo e della cooperazione politica e settoriale per il prossimo decennio", firmato dall'alto rappresentante Josep Borrell e dalla vicepresidente e Ministro degli esteri della Colombia, Marta Lucía Ramírez a New York, nel corso dell’assemblea generale dell’Onu, alla presenza della Presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, e del Presidente della Repubblica di Colombia, Iván Duque Márquez.
Il memorandum sottolinea l'importanza delle relazioni UE-Colombia e l'intenzione di portare avanti, approfondire e rafforzare legami “di lunga data”.
La Colombia, ha affermato von der Leyen, “è un alleato chiave dell'Unione europea e un partner che condivide con noi idee a livello bilaterale, regionale e multilaterale”. Con il memorandum “ci siamo impegnati a portare avanti questo rapporto, lavorando insieme per affrontare le sfide globali come la pandemia di COVID-19. Un maggiore impegno è fondamentale anche sul cambiamento climatico e sull'ambiente”. Per questo “abbiamo concordato un'agenda ambientale ambiziosa, come sancito dal Green Deal e dalle politiche della Colombia”.
Per l'Alto rappresentante e Vicepresidente Josep Borrell la firma del memorandum è “un'altra pietra miliare sulla strada verso relazioni sempre più ampie e profonde dell'UE con la Colombia”. Il memorandum “non solo ci consentirà di rafforzare il nostro partenariato e rafforzare ulteriormente la nostra cooperazione su questioni di politica estera, ma aprirà anche la prospettiva di un nuovo ambizioso quadro politico per le nostre relazioni. L'attuazione dell'accordo di pace del 2016, quale contributo alla pace e alla sicurezza globali, rimarrà al centro del nostro impegno".
Il memorandum individua cinque priorità per guidare lo sviluppo delle relazioni UE-Colombia: la positiva attuazione dell'accordo di pace del 2016 tra il governo della Colombia e le FARC come contributo alla pace e alla stabilità globali; l'ambiziosa agenda su ambiente, cambiamento climatico, resilienza e biodiversità; l'agenda economica e sociale, compresa l'agenda digitale che promuove la crescita sostenibile e inclusiva e la coesione economica, sociale e territoriale nell'Unione europea e in Colombia; l'agenda della solidarietà, intorno alla crisi migratoria e dei rifugiati venezuelani e il suo impatto sulla Colombia e sulla regione, nonché su tutti gli aspetti della migrazione; e, infine, l'agenda multilaterale e la cooperazione su questioni di politica estera globale e regionale per rafforzare il multilateralismo e un ordine globale basato su regole.
Inoltre, il Memorandum elenca 12 settori in cui la cooperazione può essere aumentata e/o ampliata nell'ambito delle cinque priorità indicate. (aise)