SERVITORE DI SPERANZA: PAPA FRANCESCO IN MAROCCO

SERVITORE DI SPERANZA: PAPA FRANCESCO IN MAROCCO

ROMA\ aise\ - “Caro popolo del Marocco! As-Salamu Alaikum! La pace sia con voi! Tra poco mi recherò nel vostro caro Paese per una visita di due giorni. Ringrazio Dio per questa opportunità che mi dona. Sono grato a Sua Maestà il Re Mohammed VI per il suo gentile invito e alle Autorità marocchine per la premurosa collaborazione”. Così Papa Francesco nel video messaggio inviato ai marocchini alla vigilia della due-giorni a Rabat che inizierà domani, 30 marzo.
“Sulle orme del mio santo predecessore Giovanni Paolo II vengo come pellegrino di pace e di fratellanza, in un mondo che ne ha tanto bisogno”, continua Francesco. “Come cristiani e musulmani crediamo in Dio Creatore e Misericordioso, che ha creato gli uomini e li ha posti nel mondo perché vivano da fratelli, rispettandosi nelle diversità e aiutandosi nelle necessità; Egli ha affidato loro la terra, nostra casa comune, per custodirla con responsabilità e conservarla per le future generazioni”.
“Sarà una gioia per me condividere con voi direttamente queste convinzioni nell'incontro che avremo a Rabat. Inoltre questo viaggio mi offrirà la preziosa occasione di visitare la Comunità cristiana presente in Marocco e di incoraggiare il suo cammino”, anticipa il Santo Padre. “Come pure incontrerò i migranti, che rappresentano un appello a costruire insieme un mondo più giusto e solidale. Cari amici Marocchini, vi ringrazio di cuore fin da ora della vostra accoglienza e soprattutto delle vostre preghiere, assicurando le mie preghiere per voi e per il vostro caro Paese”.
Il Papa partirà domani da Fiumicino per arrivare a Rabat nel primo pomeriggio.
Sulla Esplanade de la Mosquée Hassan il primo incontro con il popolo, le autorità, la società civile e il corpo diplomatico.
Seguirà una Visita al Mausoleo Mohammed V e la visita di cortesia al Re Mohammed VI nel Palazzo Reale.
La prima giornata in Marocco si concluderà con la visita all'Istituto Mohammed VI degli Imam, Predicatori e Predicatrici e con l’incontro con i migranti nella sede della Caritas diocesana di Rabat.
Domenica 31, il Papa andrà in visita privata al Centre Rural des Services Sociaux di Témara; quindi incontrerà i Sacerdoti, Religiosi, Consacrati e il Consiglio Ecumenico delle Chiese nella Cattedrale di Rabat.
Dopo l’Angelus e il pranzo, nel primo pomeriggio il Papa celebrerà la Santa Messa nel Complesso Sportivo Principe Moulay Abdellah.
La partenza da Rabat è prevista alle 17:15 con arrivo a Roma alle 21:30. (aise) 

Newsletter
Archivi