Un Almanacco della Scienza bestiale

ROMA\ aise\ - Quattro italiani su dieci possiedono un animale domestico, molti di loro passeranno assieme le vacanze. La pandemia, con il lockdown, ha spinto ulteriormente questa tendenza a ricercare la compagnia di un pet. E sempre in relazione al Covid-19 si è parlato di animali a proposito del salto di specie, lo spillover, all’origine della diffusione del virus. Questi e altri temi legati agli animali sono affrontati nel nuovo numero dell’Almanacco della Scienza, il magazine on line dell’Ufficio Stampa del Consiglio Nazionale delle Ricerche, grazie al supporto delle ricercatrici e dei ricercatori del Cnr.
Nel Focus, Giovanni Maga virologo, direttore dell’Istituto di genetica molecolare, parla del Sars-CoV-2 e degli altri virus da zoonosi; il divulgatore e ricercatore Mario Tozzi sottolinea invece il legame tra pandemia e tutela dell’ambiente. Su come il cambiamento climatico porti gli animali a trasferirsi in aree che prima non avevano mai popolato è incentrato l’intervento di Emiliano Mori dell’Istituto di ricerca sugli ecosistemi terrestri; mentre Maurizio Azzaro, direttore dell’Istituto di scienze polari, ricorda le specie che si sono adattate in condizioni estreme e che potrebbero fornirci indicazioni utili per la vita extraterrestre. Ester Cecere dell’Istituto di ricerca sulle acque, nella rubrica Vita di mare, esamina alcune specie che si sono diffuse fuori dal loro ambiente originario.
Di benessere e malessere, umano e animale, si occupano la psicologa Serena Iacono Isidoro, che evidenzia i benefici derivanti dalla convivenza con un pet; Flavia Pizzi dell’Istituto di biologia e biotecnologia agraria, che ricorda le condizioni critiche dei capi negli allevamenti intensivi; Marcello Raspa dell’istituto di biochimica e biologia cellulare, che spiega come conciliare l’insostituibile sperimentazione in vivo con la miglior tutela possibile delle cavie; il medico Roberto Volpe in Salute a tavola, analizzando pro e contro dell’assunzione di cibi di origine animale.
Protagonista del Faccia a faccia è Max Casacci dei Subsonica, che nella sua opera Earthphonia ha raccolto suoni della natura e versi degli animali. In Altra ricerca si ricordano alcune mostre in corso dedicate agli animali. Nelle Recensioni si parla dei volumi “Diversi” (Raffaello Cortina editore) “Il pollo di Marconi” (Dedalo). “Sorella scimmia, fratello verme” (Rizzoli), “Il cuore sul lago” (Associazione Ardea). (aise)